REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10905942
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Antonella Talarico
stampa

 Anno I n° 7 del 29/09/2005    -   LENTE DI INGRADIMENTO


Racconto breve
IL MESSICO

Di Antonella Talarico


Se si pensa a Città del Messico, si pensa a una città caotica, povera, inquinata, pericolosa e chi più ne ha più ne metta. Non che non sia così ma la realtà è che non è solo così, anzi personalmente Città del Messico è stata una piacevole sorpresa…
Mexico city e’ mozzafiato, giace a 2240 m di altitudine a alle sue spalle svettano i vulcani di Iztaccihuatl e di Ppopcatéptel entrambi ben oltre i 5000 m di altezza. La città è un intreccio di vie e piazze animate da venditori ambulanti, da giocolieri, musicisti e artisti di strada di vario genere. E’ animata dai taxi che suonano il clacson ad ogni ora, i mitici maggioloni verdi…
Lo Zocalo è la piazza principale della città e qui si possono ammirare danzatori in costume. Questa piazza è la sede del palazzo del Governo.
E’ impressionante vedere i pellegrini presso la Madonna di Guadalupe… i più devoti percorrono in ginocchio tutto il piazzale davanti alla chiesa ed entrano nella cattedrale sempre in ginocchio.
Poco distante da Città del Messico sorge Teotihuacàn, un maestoso centro cerimoniale preispanico…qui si può salire fino in cima alle Piramidi… è faticoso ma ne vale la pena.
Il Messico è il paese dei contrasti… si va dallo sfarzo di Cancun nello Yucatan, che e’ paragonabile a una qualsiasi cittadina degli Stati Uniti, alla povertà dello Stato del Chiapas…
Le penisola dello Yucatan è sicuramente una meta da non escludere … Cancun, Playa del Carmen, Cozumel …che spiagge….
E al sole e al mare ci si può abbinare un’interessante escursione a chichen itza, risultato della fusione tra la cultura Maya e quella tolteca.
Girovagare la sera tra le strade di Cancun da l’impressione di essere in una grande città degli Stati Uniti. Puoi trovare centri commerciali, ristoranti, piano bar e tutto quanto trovi negli States. In fondo Cancun e’ stata per anni, e lo e’ ancora, la meta turistica più battuta dai gringo!!!
Ma il Messico e’ anche il Chiapas, lo stato più a sud e sicuramente è il più affascinante. Il Chiapas è tristemente famoso per le rivolte divampate agli inizi degli anni ‘90 e si respira ancora oggi l’aria di quel movimento: l’esercito zapatista, condotto dal Subcomandante Marcos, del quale è possibile acquistare addirittura la bambolina, chiede il rispetto degli elementari diritti civili, chiede la sopravvivenza assicurata a tutti con il reintegro delle terre comuni.
San Cristobal de las Casas è la cittadina più rappresentativa dello stato, nella piazza principale trovi scritte del tipo “Fuori l’esercito dal Chiapas”.
Qui si respira aria di rinnovamento.
Poco distante da San Cristobal sorgono due villaggi assolutamente fuori dal mondo: San Juan Chamula e Zinacantan … dove non si possono scattare fotografie e dove gli abitanti passano il tempo nella piazza del paese, divisi uomini e donne a fumare e ad accudire i figli.
Solo i bambini si avvicinano ai POCHI turisti (noi in quel giorno eravamo gli unici), mentre per gli adulti noi turisti siamo qualcosa di strano ed invadiamo il loro quotidiano.
In Chapas non può mancare una visita a Palenque che e’ il centro maya dove la bellezza delle costruzioni architettoniche si intreccia con la giungla tropicale…il tempio delle iscrizioni è il monumento più importante di Palenque, si sale su questa piramide dall’ esterno e quindi si entra e si ridiscende fino a sotto il livello del terreno… sia la salita che la discesa all’interno del tempio sono faticosissime, ma la tomba di Paqual che si trova all’interno ripaga di tutto lo sforzo.
Dopo la faticosa attività ci si può riposare nella giungla mangiando cocco e ascoltando le scimmie urlatrici.
Il Chiapas e’ il paese delle farfalle…e’ incredibile quante farfalle svolazzano intorno alle cascate di agua azul.
IL Messico … uno Stato indubbiamente affascinante che rapisce sia per la bellezza della natura, sia per la cultura della gente che per i grandi siti archeologici.



Notizie Utili
Valuta: Pesos messicano
Documenti: Passaporto
Vaccinazioni: non richieste
Lingua ufficiale: Spagnolo
Fuso orario: 7 ore in meno rispetto all’Italia
Clima: La stagione delle piogge è Luglio e Agosto. In questo periodo sono frequenti temporali di breve durata al calar della sera
Carte di credito: Accettate ovunque



Argomenti correlati:
#messico, #turismo, #vacanza, #viaggi
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Antonella Talarico
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione