REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10808784
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di
stampa

 Anno II n° 9 del 11/05/2006    -   TERZA PAGINA


Dal Dal 15 al 28 Maggio 2006
A Roma le “Prostitute Private’ di Ida Belogi
Dieci immagini vettoriali di grande interesse in mostra al Supperclub



Di nuovo sfilano le bellezze di Ida Belogi.
Le sue ''Prostitute Private'' ritornano in scena a Roma e si possono ammirare nella mostra personale che il Supper Club le dedica. Si tratta di dieci stampe digitali scelte tra le sue ultime creazioni. Ragazze eteree, nate dai suoi disegni vettoriali, partorite dall'artista per il puro piacere di essere guardate.


Creature bellissime che dai desideri e dalle perversione della Belogi rubano l'essenza umana e la manifestano in tutti i loro piccoli dettagli perfetti. Dalle curve dei capelli mossi, alle labbra socchiuse, alla realistica perfezione dei loro corpi irreali. Figure femminili erotiche, desiderose, sensuali che non vogliono provocare, ma rapire l'osservatore immergendolo in una spirale di attrazione che trascende la sessualità.

Ed ecco che queste Creature magnifiche conquistano, ammaliano con i loro occhi intensi, vivi di colore, pieni di una innaturale umanità, che fissano direttamente, quasi a voler ipnotizzare l'attenzione dell'osservatore per attrarlo nel loro mondo pieno di inviolabili segreti.

Ida Belogi crea queste immagini di giovani donne attraverso il sapiente uso della grafica vettoriale, per il proprio piacere personale. Rappresentano quindi il suo divertimento, la sua perversione, e che soprattutto sono compagne di vita perfette, mute e bellissime, che assecondano ogni suo desiderio e che appartengono e possono appartenere a lei sola, come lei stessa afferma: “Sono felice di sapere che quando torno a casa c’è una delle mie ragazze ad aspettarmi”; le sue ragazze, quelle che lei stessa chiama le sue “prostitute private”.

Sono immagini delicate e provocatorie, capaci di evocare, attraverso il particolare di una mano, di una collana, sensazioni e atmosfere di tensione erotica, di disagio, di sentimenti repressi, ma sempre nella dolcezza, mai con rabbia. Opere erotiche, sensuali, piccanti, sfiziose, divertenti, ironiche e intelligenti. Opere che hanno la capacità di instaurare con l'osservatore un immediato rapporto di intimità, che quasi istintivamente e senza spiegazione ognuno sente appartenersi in un sentimento che travalica di molto l’erotismo e diventa una sorta di affetto, quasi un amore a prima vista.

Il merito è totalmente della cura e dell’amore stesso di Ida. Ad ognuna di queste donne lei dedica giorni e giorni, settimane intere, perfezionando ogni dettaglio fino a ottenere non solo una complessità e abilità tecnica più che invidiabile, ma anche un effetto artistico che sta nel carattere che le sue protagoniste sembrano far affiorare dai gesti, dal loro sguardo, dalle appena percettibili sfumature del sorriso.



Che carattere?
Innanzitutto sono donne perse, donne capaci di procurare piacere e che si legano per la vita al proprio artista-creatore senza tuttavia ammetterlo mai e conservando quindi la loro aria provocatoria, beffarda e di sfida che le rende tanto irresistibili. In più, ognuna di loro ha una storia diversa, evidenziata dai particolari che Ida Belogi ha creato con una esasperante, ma necessaria pignoleria.

Nelle immagini ritroviamo storie che tracciano, più che diverse personalità, lati complementari di una sola, quella di Ida Belogi, creatrice e amante di tutte le protagoniste, nel suo lato sadico, feticista, ironico, irrazionale, ma sempre emotivo e sentimentale, che si lascia prendere il cuore dagli occhi blu della ragazza di Woven Hands.
personalità, lati complementari di una sola, quella di Ida Belogi, creatrice e amante di tutte le protagoniste, nel suo lato sadico, feticista, ironico, irrazionale, ma sempre emotivo e sentimentale, che si lascia prendere il cuore dagli occhi blu della ragazza di Woven Hands, l'immagine più carica di questa mostra che abbiamo scelto come invito.


Vedi anche Il sito di Ida Belogi: www.b-9.it

IDA BELOGI – PROSTITUTE PRIVATE
Dal 15 al 28 Maggio 2006
A cura di Carolina Lio
Inaugurazione il 15 Maggio alle ore 20.30
Supperclub Roma
Via De’ Nari, 14 (Pantheon)
00186 Roma
tel: +39 0668807207
email:
info@supperclub.com
web:
www.supperclub.com



Argomenti correlati:
#arte, #arte contemporanea, #belogi, #mostra, #roma
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione