REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10651919
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Giovanni Gelmini
stampa

 Anno III n° 6 GIUGNO 2007    -   PRIMA PAGINA


Lo sbuffo
Chi non si lamenta in compagnia o è un ladro o è una spia... mah?
Per fortuna che a Glasgow c’è qualcuno che non si lamenta
Di Giovanni Gelmini


Sport degli italiani: lamentarsi e non fare nulla o quasi per risolvere i problemi. A Napoli tutti si lamentano per l’immondizia: i cittadini perché non viene raccolta e questo produce pericoli, danni e invivibilità, quelli dove vogliono stoccarla perché non accettano di essere l’immondezzaio della Campania, pure gli inceneritori non trovano vita facile e nessuno accetta di fare la raccolta differenziata e così.... tutti restano sommersi dalla puzzolente spazzatura.

Non parliamo dei politici, che si lamentano della litigiosità, ma litigano per tutto, ce ne fosse uno che è d’accordo con un altro. Quando D’Alema è d’accordo con Berlusconi sull’immondezzaio della stampa tutti contro contro di lui e ne chiedono prontamente le dimissioni, poveretto...

Neanche sulle intercettazioni telefoniche sono d’accordo: tutti vorrebbero che su di loro non si sapesse nulla, ma Di Pietro dice: “non ci sto!”
E poi cosa dicevano di strano quelle intercettazioni pubblicate, proprio nulla solo cose che tutti sanno: gli affari si fanno solo se si paga il pizzo... per le piccole cosa a mafia e camorra e per le grandi occorre la tessera (vedi Ricucci), come sotto il fascismo.

Poi la giustizia, si lamenta di non avere le risorse per gestire tutto, del fatto che le leggi sono farraginose e che i politici si lamentano dell’operato delle toghe, se fanno quello che le leggi, fatte dai politici, hanno previsto (vedi il caso delle intercettazioni telefoniche), ma... quanto dell’attività dei tribunali è farraginoso per una interpretazione rigidamente burocratica di norme ottocentesche? La carta è sovrana e la firma elettronica sconosciuta, la Raccomandata inutilizzabile; carta dopo carta si fanno le pigne, le pigne sommergono le istituzioni, le carte si perdono, vengo distrutte da inondazioni e rischiate dai topi o... pubblicate sui giornali.

Tutte le lobby si lamentano delle liberalizzazioni che faticosamente sta cercando di introdurre Bersani. Tutti vogliono le energie alternative, ma poi si parla di idrogeno che è solo pericoloso, nessuno vuole la eolica, la geotermica, la termo-solare e la fotovoltaica.

Gli ebrei di Roma si lamentano per le libertà concesse al giovanissimo Priebke, che ha appena 93 anni, ma si scopre che la permanenza media in Italia per i reati più gravi non supera i mille giorni, le carceri sono piene ma a che servono? O si pensa che quelle debbano essere un luogo di “isolamento” per le persone pericolose per la società e a questo punto i problemi non si risolvono in meno di 1000 giorni o non mettiamoli neanche in carcere, ma affidiamoli a percorsi di rieducazione.

E così potremmo andare avanti a elencare mille e mille lamentele che non servono a nulla e che nessuno prende in seria considerazione, ma che riempiono solo l’aria di stridii e squittii.

Mi piace però chiudere il mio sbuffo con la segnalazione di qualcuno che non si lamenta.

In Gran Bretagna un giovane, addetto alle pulizia nella facoltà di Legge nell’Università di Glasgow, si è permesso di avvicinarsi ad un pianoforte, si è seduto ed ha iniziato a suonarvi una meravigliosa melodia. Una segretaria che stava ad una telecamera di controllo l’ha scoperto e ha invitato docenti e colleghi ad andare nell’aula ad ascoltarlo. Risultato: era un pianista professionista proveniente dalla Polonia, emigrato per motivi economici. L’Università gli ha concesso di dedicarsi alla musica per sei ore al giorno, e sta organizzando con lui concerti. Però lui proseguirà a fare le pulizie nell’Università e quest’artista di ciò non se ne lamenta.



Argomenti correlati:
#attualità, #inerzia, #opinione, #politica, #società
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Giovanni Gelmini
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione