REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10229104
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Giovanni Gelmini
stampa

 Anno IV n° 2 FEBBRAIO 2008    -   FATTI & OPINIONI


Critica politica
Le 3C imperano nella politica?

Di Giovanni Gelmini


“A rimestar la merda si fa spussa”. La verità di questa saggezza popolare è ben visibile nei fatti attuali.
La Giustizia opera, bene o male, ma sicuramente intralciata da chi non vorrebbe che si addentrasse nei fatti “suoi”; forse per questo è carente di tutto? Malgrado le difficoltà, va ad aprire sepolcri che si vorrebbero restassero chiusi e così il fetore esce e avvolge tutto. Da “mani pulite” la collusione tra politica e affari illeciti è uscita allo scoperto e non si è mai fermata. Corruzione, concussione e connivenza, le 3C direbbero gli americani

Prima il PM di Cosenza De Magistris, poi Francesco Chiaromonte indagano sul quel sant’uomo del Senatore Mastella e mettono in difficoltà la sua famiglia e una folta schiera di amici suoi, ma non solo, perfino Silvio Berlusconi viene rinviato a giudizio per motivi simili e la giustizia ha avuto l’ardire di condannare Cuffaro, ma solo per cose “irrilevanti”, anche se non è dello stesso parere il procuratore generale antimafia Piero Grasso che precisa “Sono stati tutti condannati ed è stato riconosciuto che a Palermo esisteva una rete per informare i politici sulle indagini della procura, compresa e anche quelle sulla cattura del boss Bernardo Provenzano” . Su Cuffaro inoltre precisa: “È rimasto provato il favoreggiamento da parte sua nei confronti di singoli mafiosi, ma non è stata provata l'aggravante di favoreggiamento a Cosa Nostra”. Ma tutti sono contenti: non è stato dichiarato colluso, così non è necessario che si dimetta.e può riprendere da subito il suo lavoro.
Se questi fatti fossero avvenuti cento anni fa probabilmente questi “politici” avrebbero sentito il dovere morale di sparasi un colpo di pistola alla tempia, per fortuna che oggi non è così, perché che moria ci sarebbe. Oggi invece restano al loro posto come nulla fosse o, peggio, pretendono la solidarietà di tutti altrimenti fanno cadere il governo!

In TV il moderato Maroni ci spiega che è tutto legale, fissato dalla legge; quello che la gente chiama lottizzazione è, secondo lui, invece dovere per il politico che amministra, perché lo prevede la legge. Sarà, ma ce da dire una cosa: certo questo non è entusiasmante e la legge l’hanno fatta loro, i politici. Questo comportamento, seppure noto e plausibile, non trova certo d’accordo la maggioranza dei cittadini, che invece chiede agli amministratori non le tessere, ma la competenza.

Ecco quindi la difesa dei politici: questo comportamento è normale, è la Giustizia che è cattiva, che non capisce e Berlusconi arriva pure ad annunciare di aver preparato un elenco delle “amanti di stato” e afferma sul Corriere della Sera “tutti, ormai da decenni, si comportano così, solo che io sono l’unico ad aver il coraggio di dirlo in pubblico, senza vergogna. Ogni tanto il sottoscritto squarcia il velo dell’ipocrisia di questo Paese e proprio per questo viene additato come una persona da condannare. Ma questa vicenda è andata veramente al di là di ogni decenza e per questo ho preparato questo elenco

La parola che ricorre su tutte le bocche è “lo sanno tutti” posizione simile a quelle che tenne Craxi nel suo famoso discorso al parlamento, prima di andare in pensione ad Hammamet. Ecco quindi che da tutte le parti politiche si levano gli scudi contro la giustizia, che invade il loro giardino dei giochi. Ma ‘sti signori sono ormai così lontani della realtà da non capire che il loro operato, al di là di essere o meno reato, non è quello che la gente vorrebbe fosse tenuto dai loro rappresentanti. La gente li vorrebbe galantuomini, che è molto di più di non essere fuori legge.

Ecco che, se questo è il quadro politico e questa è la situazione, specialmente in certe aree come la Campania, i veri problemi come quello delle immondizie non possono trovare soluzione. È vero che tutti lo sapevano, ma averne la prova è veramente dirompente. E ancora, è per questo che il numero dei politici è sempre in aumento e i loro costi sono diventati una palla al piede di un paese che, senza loro sarebbe un gran paese.



Argomenti correlati:
#attualità, #concussione, #connivenza, #corruzione, #criminalità, #giustizia, #opinione, #politica
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Giovanni Gelmini
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione