REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10614208
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di
stampa

 Anno V n° 10 OTTOBRE 2009    -   FATTI & OPINIONI


Camera dei Deputati Resoconto stenografico Seduta n. 225 di venerdì 2 ottobre 2009
Intervento di Arturo Iannaccone (MPA)



Dichiarazioni di voto - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 3 agosto 2009, n. 103, recante disposizioni correttive del decreto-legge anticrisi n. 78 del 2009 (Approvato dal Senato) (A.C. 2714)

Signor Presidente, onorevole colleghi, svolgo una prima riflessione sull'andamento dei nostri lavori parlamentari per richiamare tutti ad un'esigenza che non è più rinviabile: modificare il nostro Regolamento. Infatti, se un'azienda privata dovesse funzionare con i ritmi scanditi dal nostro Regolamento parlamentare, non avrebbe vita lunga, non sarebbe in grado di affrontare la sfida della competizione; un Parlamento che funziona così lentamente, sicuramente non aiuta il Paese ad affrontare le grandi sfide che sono davanti a noi.

L'altro giorno la componente politica Misto-Movimento per le Autonomie-Alleati per il Sud ha votato la fiducia al Governo. L'ha votata in quanto noi facciamo parte della coalizione che ha vinto le elezioni, tuttavia, come ha ricordato il nostro presidente, l'onorevole Lo Monte, la nostra è una fiducia propositiva, che impegna il Governo a fare di più per il Mezzogiorno e ad affrontare la drammatica situazione nella quale versa il sud, la quale, come ha ricordato recentemente Monsignor Crociata, il Segretario generale della CEI, è l'unica vera grande questione nazionale.

Noi utilizziamo questa opportunità per ricordare in modo particolare alle forze della maggioranza che davanti a noi vi è, anche in questa situazione di crisi, questa grande sfida, che è un dovere, il vero impegno che questo Governo e questa maggioranza devono affrontare: ossia, consentire al sud di superare il divario storico rispetto alle aree più avanzate del Paese. Come un corpo non può vivere se una metà è sana e l'altra metà è malata, perché la metà sana subirebbe le conseguenze della parte malata, così la nostra economia non potrà riguadagnare competitività, se non si metterà seriamente mano alla questione meridionale.

In questi giorni abbiamo visto scendere in campo tanti campioni di moralismo e, questa mattina, anche tanti campioni di teppismo politico e parlamentare. Si è voluto mettere la maggioranza sul banco degli imputati, sostenendo che questo è un provvedimento che lede l'etica. Vai a scomodare l'etica! Ricordo ai miei colleghi parlamentari che chi infrange il Regolamento di questa Camera non è, né più né meno, come quelli che delinquono all'esterno di questa Camera! Noi per primi dovremmo rispettare l'etica parlamentare che ci impone e ci richiama ai nostri doveri.

Ebbene, come è stato ricordato autorevolmente, questo provvedimento può essere l'arma in più degli Stati europei contro i paradisi fiscali. Per noi della componente politica Misto-Movimento per le Autonomie-Alleati per il Sud, questo è un provvedimento legato all'eccezionale situazione che vive il nostro Paese e riteniamo che sia meglio far rientrare i capitali - certo, illegalmente portati all'estero - piuttosto che aumentare le tasse e far gravare questa crisi sulle spalle dei ceti più deboli!

Questo è il significato che noi diamo al provvedimento che è stato proposto dal Governo e che così viene considerato dai tanti Paesi europei che questo provvedimento hanno approvato o stanno per approvare e dove certamente non c'è stata questa sceneggiata di chi all'interno e all'esterno di questo Parlamento ha voluto far credere che fosse una sorta di amnistia o una sorta di incitamento ad evadere le tasse.

In questo momento desidero chiedere se è più immorale questo o è più immorale dare fiato agli imbonitori televisivi che con i soldi pubblici infangano le istituzioni e infangano il Governo. Noi abbiamo alto il senso del dovere, il senso dell'etica e il senso della moralità, ed è per questo che invitiamo il Governo, signori Ministri, a fare di più per il sud, per il Mezzogiorno del nostro Paese (Applausi dei deputati del gruppo Misto-Movimento per l'Autonomia).



Argomenti correlati:
#attualità, #camera dei deputati, #crisi economica, #iannaccone, #mpa-sud, #parlamento, #politica
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione