REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10432738
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Giovanni Gelmini
stampa

 Anno V n° 10 OTTOBRE 2009    -   RECENSIONI


Letto per voi
"Le mille balle blù" di Peter Gomez e Marco Travaglio
Un libro che consigliamo a tutti, specialmente a chi ama Silvio
Di Giovanni Gelmini



Mi sembra che quanto scritto dagli autori in prefazione spieghi cos'è il libro meglio di chiunque altro.
"A noi autori, anzi collezionisti di pensieri, parole, opere, lifting, trapianti e soprattutto bugie del premier che speriamo uscente e mai più rientrante, non restano che pochi ringraziamenti. Anzitutto a Lui, che questo libro l'ha scritto praticamente da solo, cedendoci gentilmente i diritti d'autore. Ai pochi colleghi che in questi anni hanno condiviso con noi questa insana passione di catalogare tutto quel che Lui diceva e dunque non faceva, o non diceva e dunque faceva. Ma specialmente all'opposizione più ridicola del mondo, che non gli ha mai fatto nemmeno il solletico. E infine ai tanti italiani che, nonostante tutto, hanno continuato a dargli fiducia, perpetuando per 12 anni un incubo che, se fosse dipeso da qualche vecchio saggio come Montanelli, Biagi, Bocca, Sartori, Cordero, Scalfari, Bobbio, Galante Garrone, Sylos Labini, Furio Colombo e pochi altri, non sarebbe durato nemmeno 12 secondi."

Il libro è in effetti una raccolta ordinata di cose dette in vario modo dal Cavaliere, a cui vi sono delle aggiunte. “Le Leggi della Vergogna” è un capitolo dedicato a quanto legiferato che si identifica in modo abbastanza chiaro con quello che viene chiamato “conflitto di interessi”; gli autori identificano ben 33 provvedimenti, non avrei creduto tanto, eppure ho seguito attentamente l’evolversi del quinquennio di questa legislatura. L’ultimo capitolo si intitola “fedina penale” e passa in rassegna 17 casi interessanti. Infine il corposo testo, che, se letto senza spirito, diventa “deprimente” per chi ha a cuore il bene dell’Italia, è allietato dalle piacevoli vignette di Ellekappa.
La prefazione conclude con: "Chi avrà voglia di addentrarsi nel gaio museo degli orrori non potrà non porsi una domanda: dove mai, nel mondo, un uomo politico potrebbe permettersi di pronunciare una sola di queste mille balle blu senza doversi dimettere un minuto dopo? Esclusa l'Italia, si capisce."

E nella pagina successiva troviamo un “manifesto” firmato nell’Aprile 2001 da quatto intellettuali di spicco e che, a maggior ragione, è oggi ancora piu valido dopo aver provato quasi un decennio di governo.

"È necessario battere col voto la cosiddetta Casa delle Libertà. Destra e sinistra non c'entrano: è in gioco la democrazia. Berlusconi ha dichiarato di voler riformare anche la prima parte della Costituzione, e cioè i valori fondamentali su cui poggia la Repubblica italiana. Ha annunciato una legge che darebbe al Parlamento la facoltà di stabilire ogni anno la priorità dei reati da perseguire. Una tale legge subordinerebbe il potere giudiziario al potere politico, abbattendo così uno dei pilastri dello Stato di diritto.

Oltre a ciò, Berlusconi, già più volte condannato e indagato, in Italia e all'estero, per reati diversi, fra cui uno riguardante la mafia, insulta i giudici e cerca di delegittimarli in tutti i modi, un fatto che non ha riscontri al mondo. Ma siamo ancora un Paese civile? Chi pensa ai propri affari economici e ai propri vantaggi fiscali governa malissimo: nei sette mesi del 1994 il governo Berlusconi dette una prova disastrosa.

Gli innumerevoli conflitti d'interesse creerebbero ostacoli tremendi a un suo governo sia in Italia sia, e ancor di più, in Europa. A coloro che, delusi dal centro-sinistra, pensano di non andare a votare, diciamo: chi si astiene vota Berlusconi. Una vittoria della Casa delle Libertà minerebbe le basi stesse della democrazia” (Norberto Bobbio, Alessandro Galante Garrone, Alessandro Pizzorusso e Paolo Sylos Labini, aprile 2001).


Un libro che consigliamo a tutti, specialmente a chi ama Silvio.



Argomenti correlati:
#gomez, #libro, #politica, #recensione, #saggio, #travaglio
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Giovanni Gelmini
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione