REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10438966
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di
stampa

 Anno VI n° 3 MARZO 2010    -   FATTI & OPINIONI


Decreto “Protezione Civile”. Dichiarazione di voto finale
Francesco Nucara - MISTO - RRP
Discussione del disegno di legge S. 1956, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge n. 195 del 2009: Cessazione dell'emergenza rifiuti in Campania, avvio della fase post emergenziale in Abruzzo e disposizioni urgenti relative alla Presidenza del Consiglio dei ministri e alla Protezione civile (approvato dal Senato) (A.C. 3196-A). . Dal resoconto stenografico della seduta n. 286 di venerdì 19 febbraio 2010 della Camera dei Deputati



Signor Presidente, all'inizio della discussione del decreto-legge che stiamo per approvare la componente dei Repubblicani aveva manifestato pubblicamente il suo dissenso, in particolare sulla privatizzazione degli interventi della Protezione civile con la creazione di una apposita società per azioni ed anche sul cosiddetto scudo giudiziario: siamo pertanto soddisfatti che tutte e due le parti siano state stralciate con il consenso del Governo.

A noi corre l'obbligo di ringraziare le alte autorità istituzionali per il lavoro di persuasione svolto ed anche quella parte dell'opposizione ragionante e non urlante rappresentata dal presidente Casini: voteremo quindi a favore del provvedimento così come risulta oggi emendato.

Ho già parlato l'altro ieri delle condizioni disastrose in cui versa la mia Calabria, «uno sfasciume pendulo sul mare» come diceva Giustino Fortunato, o «una regione che naviga sull'acqua» come affermava Corrado Alvaro.

Eppure, una delle poche cose di cui la Calabria può essere orgogliosa è il piano di assetto idrogeologico approvato dalla regione e redatto sotto la regia dell'allora assessore professor Aurelio Misiti, oggi deputato dell'opposizione.

Al Governo chiediamo di partire da quel piano per iniziare a sistemare le zone a rischio molto elevato che sono veramente tante in quella regione. Per quanto riguarda altri problemi di cui in questi giorni sono piene le pagine dei giornali possiamo affermare in piena coscienza che, pur avendo criticato il capo della Protezione civile in qualche occasione, siamo assolutamente certi della sua onestà (caso mai, il problema è squisitamente politico ed è più ampio).

Signor Presidente, onorevoli colleghi, come presidente della componente Repubblicani, Regionalisti, Popolari del gruppo Misto e come segretario del Partito repubblicano italiano esprimo infine la mia più convinta, sentita ed incondizionata solidarietà al dottor Gianni Letta per i sottili, subdoli e polverosi attacchi a cui è sottoposto in questo periodo.

Ai colleghi dell'opposizione vorrei ricordare soltanto che cosa significa il processo mediatico. Il Governo Prodi è caduto perché arrivò un avviso di garanzia al Ministro della giustizia; recentemente il GUP di Catanzaro ha archiviato quel procedimento per manifesta infondatezza della notizia di reato (non per manifesta infondatezza degli indizi quindi, ma della notizia di reato!): questo succede quando si fanno i processi mediatici invece di quelli nelle aule dei tribunali.



Argomenti correlati:
#camera dei deputati, #nucara, #politica, #protezione civile, #rrp
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione