REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10617955
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di
stampa

 Anno VII n° 5 MAGGIO 2011    -   FATTI & OPINIONI


Dal resoconto stenografico in corso di seduta
Siegfried Brugger. Mozioni “Libia”, dichiarazioni di voto
Camera dei deputati. Seduta n. 471 di mercoledì 4 maggio 2011


Signor Presidente, signor Ministro, come deputati delle Minoranze linguistiche riteniamo che vi siano alcuni punti imprescindibili in relazione all'intervento dell'Italia in Libia. Questi sono: la risoluzione ONU n. 1973 del 17 marzo 2011; le conseguenti deliberazioni già assunte dal Pag. 51Parlamento italiano il 24 marzo e le parole del Presidente della Repubblica, che ha richiamato il Governo e le forze politiche ad essere coerenti con la risoluzione ONU e ha ribadito come il nostro Paese operi in risposta ad una richiesta dell'ONU e nel rispetto dell'articolo 11 della Costituzione. La situazione in Libia è ad oggi grave e non consente previsioni vincolanti in ordine alla sua evoluzione militare. La NATO ha già ribadito ciò che è nella logica delle operazioni e cioè che la missione durerà il tempo necessario. Ogni altra ipotesi è destituita di fondamento e credibilità. Stabilire o chiedere di porre un termine a priori all'intervento della coalizione equivale a dire a Gheddafi di resistere e di proseguire nella repressione violenta di massa della popolazione libica. Ciò che è evidente è che le motivazioni e le responsabilità conseguenti alla risoluzione ONU hanno richiesto e motivato un'ulteriore assunzione di responsabilità da parte dell'Italia nell'ambito della coalizione internazionale con la partecipazione ai bombardamenti, perché una posizione differente avrebbe ulteriormente privato di credibilità la politica estera del nostro Paese.

Il Governo e il Parlamento, come ha richiamato il Capo dello Stato, hanno un'esclusiva responsabilità. Per queste ragioni, i deputati delle minoranze linguistiche voteranno a favore delle mozioni Franceschini ed altri n. 1-00633(Nuova formulazione) e Galletti, Della Vedova, Vernetti, Lo Monte, La Malfa e Bosi n. 1-00634; voteranno contro la mozione Di Pietro ed altri n. 1-00635(Nuova formulazione); esprimeranno un voto di astensione sulle altre mozioni in esame.



Argomenti correlati:
#brugger, #camera dei deputati, #libia, #parlamento, #politica, #südtiroler volkspartei
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione