REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  10434496
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di
stampa

 Anno VII n° 6 GIUGNO 2011    -   FATTI & OPINIONI



Daniela Melchiorre (LD-MAIE). Dichiarazione sull’ Informativa di Berlusconi sulla composizione del Governo
Camera dei Deputati - Dal Resoconto stenografico dell'Assemblea Seduta n. 490 di mercoledì 22 giugno 2011


Signor Presidente, signor Presidente del Consiglio che non è presente (Commenti dei deputati del gruppo Popolo della Libertà), non le basta avere la fiducia... Buongiorno Presidente del Consiglio... non le basta avere avuto la fiducia del Parlamento perché questo è illusorio. Lei deve avere la fiducia degli italiani e del mondo e quella si conquista non con i voti marginali e con i «numeretti» ma con la credibilità. La credibilità lei riesce a distruggerla con rara perseveranza ed è davvero singolare come riesca anche ad alienarsi coloro che, per un attimo, hanno voluto darle una fiducia sostanziale con i fatti e con i comportamenti.
Sono innumerevoli gli italiani che hanno creduto in lei, ma poi è lei che li ha costretti a ricredersi e di questo lei è consapevole quando, ancora una volta, ha fatto, come ieri, per chiudere in una gabbia di ferro, ma dalle larghe sbarre, lo scivolare via della fiducia degli italiani.
Oggi lei ci parla di ciò che intende fare nell'ultimo scorcio di legislatura. Parole belle e suggestive ma altrettanto dubitabili e malcerte, quando non insidiose. Una per tutti: la riforma tributaria.
Molto, nelle sue suggestioni, è annidato in ciò che tace. Il suo principale alleato, l'assemblea popolare del suo partito, se ne è tornato con la demenziale proposta - perché è tale - di spostare i Ministeri economici al nord, perché lì c'è l'impresa. Una richiesta deflagrante, sulla quale lei non ci ha detto nulla, come se il Parlamento dovesse essere preso in giro.
La credibilità nel mondo, poi. Ma quale credibilità si può avere quando si parla nell'orecchio sorpreso del Presidente degli Stati Uniti e si offende un intero settore di servitori dello Stato e della giustizia? Ora lei è venuto a dire al Parlamento che quello che conta, per la nostra economia, è la giustizia civile. Pensava anche a questo quel giorno, mentre parlava con il Presidente Obama? Quanti altri investitori stranieri avrebbero desistito dall'investire nel nostro Paese pensando che esista davvero una dittatura della magistratura?
Signor Presidente, sarebbe utile per tutti che lei ogni tanto si ricordasse che vi è anche chi riesce ad aprire gli occhi e sa dire di «no» (Commenti dei deputati del gruppo Popolo della Libertà).



Argomenti correlati:
#berlusconi, #camera dei deputati, #governo, #maie, #melchiorre, #parlamento, #politica
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione