ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO



Il fascino delle colline venete: da Rolle a Vittorio Veneto, delizia del palato e degli occhi


Di Luana Scanu

Rolle di Cison di Valmarino, in provincia di Treviso, è un borgo incantato. Il poeta Andrea Zanzotto lo ha definito “cartolina degli dei”; è stato nominato come unico punto Fai (Fondo dell'Ambiente Italiano), ma anche abbandonato dai suoi abitanti che da ottocento sono passati a centocinquanta. Non ci sono più bambini a Rolle, le famiglie si sono trasferite nei centri vicini, dove le fabbriche danno da lavorare. Forse ne sono rimasti due o tre, e tutti i giorni prendono il pulmino per andare a scuola nel paese più vicino. Il borgo di Rolle è adatto per chi ha voglia di fare una vacanza tranquilla, tra le colline consacrate al prosecco e le dolci curve che piacciono tanto ai motociclisti e ai ciclisti tedeschi.

Tra le colline intorno a Rolle è facile trovare più di una cantina, qualcuna piccola e artigianale, qualche altra, invece, più grande e commerciale. Tra le varie possibilità io ho avuto l'occasione di visitare le cantine “Vigne Matte” che, grazie alla natura del terreno, protetto dai venti settentrionali, al microclima caratterizzato da escursioni termiche, all'esposizione al sole dei vigneti e alle moderne tecniche di allevamento della vite e di produzione del vino, competono tranquillamente con le realtà storiche della zona. Infatti “Vigne Matte” è un'azienda giovane. Nasce nel 2004 e subito si distingue per i suoi pregiati prodotti: già dal 2005 vince la medaglia d'oro al Vinitaly con lo Spumante Dry, la medaglia d'argento “Mundus Vini” sempre con lo Spumante Dry e la medaglia di bronzo “International Wine Challenge” con lo Spumante Extra Dry.

La produzione è, naturalmente, a maggioranza Prosecco DOCG, ma anche i vini rossi (Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc) si dimostrano particolarmente adatti alle caratteristiche della zona.
La produzione aziendale più importante e caratteristica è naturalmente il Prosecco Spumante DOCG Conegliano-Valdobbiadene, prodotto in tre tipologie: Brut, Dry ed Extra Dry. Non manca poi il "Millesimato", Metodo Charmat, con uve di Pinot nero e Chardonnay e il "Passito di Rolle", un eccellente vino da dessert. Con le uve rosse l'Azienda produce il “Rugai”, un bordolese da uve Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Merlot, e il Merlot in purezza. Entrambe le tipologie maturano per oltre un anno in grandi botti. Ma non sono certo le botti a donare ai vini di “Vigne Matte” eleganza e profumi unici, bensì le caratteristiche del terreno, composto da argilla, marna e da una pietra che a Rolle viene chiamata "Ru". La cantina, scavata nella roccia, si inserisce perfettamente nell'ambiente circostante, arricchendo la zona e donandole un'aria “aristocratica”.

Dopo aver degustato i deliziosi vini di “Vigne Matte” vi consiglio di fermarvi all'Agriturismo Althea, a Vittorio Veneto. Immersi nel verde delle colline, potrete gustare non solo i vini prodotti dall'azienda, ma anche i piatti tipici a base di asparagi, polenta e naturalmente di carne. L'agriturismo, costruito completamente in pietra, si trova in una zona dalla quale si possono facilmente raggiungere le mete turistiche più importanti, come Treviso, Venezia, Verona e anche quelle montane, come Cortina d'Ampezzo, che dista a circa un'ora e mezza di viaggio.

 
Argomenti: #turismo , #veneto , #vino

Leggi tutti gli articoli di Luana Scanu (n° articoli 41)
il caricamento della pagina potrebbe impiegare tempo

© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
10.306.296

seguici               RSS RSS feed

Condividi  
Twitter                            


Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione