ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO



Le fotografie di Silvio Balestra

Roma - Chiostro del Bramante - dal 26 Febbraio al 4 Aprile 2013


Silvio Balestra, Confronti, alfabeto b, 2008, digital c-print lightjet, Diasec® Grieger on dibond 4 mm, edizione unica © Silvio Balestra
Dal 26 febbraio al 4 aprile 2013, il Chiostro del Bramante di Roma ospita la personale di Silvio Balestra dal titolo “C3 Creatività Concettualità Contemporaneità”.
L’esposizione, curata da Giovanni Faccenda, presenta 80 fotografie che ripercorrono la carriera dell’artista triestino, attraverso alcuni dei suoi cicli più conosciuti, inclusa la sua più recente ricerca, i “Concepts”, lavori su carta fotografica stampata a inchiostro e rielaborata manualmente.

Silvio Balestra, From series Concepts 1605, 2012, inchiostri fotografici su stampa fotografica , Diasec ® Grieger su dibond 4mm, edizione unica © Silvio Balestra
La cifra del lavoro di Balestra risiede nell’utilizzo della fotografia e della computer grafica come principale mezzo d’espressione. Da diversi anni, Balestra ha avviato un percorso di ricerca sulla fotografia astratta e concettuale.
In questo filone d’indagine s’inserisce la serie delle “Antitesi”, che rappresenta la summa dell’arte di Balestra: in essa si ritrovano gli elementi caratterizzanti delle sue opere, come la contrapposizione tra bianco e nero, tra positivo e negativo, tra luce e ombra, elementi questi che vivono sempre in perenne equilibrio, in grado di generare un’intensa emozione in chi li guarda nonostante facciano parte, per loro natura, di un linguaggio che appartiene all’astrazione.

Balestra conduce il visitatore in un percorso emozionale, fornendogli uno spunto interpretativo rappresentato dal nome dell’opera stessa – “sguardo al futuro”, “grembo materno”, “amore impossibile”, “strada maestra”, “oasi oniriche”, ecc. - affinché ognuno possa trovare in esse il messaggio che comunicano e interpretarlo in chiave personale. La carica emozionale delle opere, tuttavia, non diminuisce nemmeno di fronte a fotografie senza titolo (“Untitled”).
In campo grafico, le sue opere più recenti sono i “Microsoft® Excel® drawing”, così come Balestra stesso le definisce, ovvero progetti di grafica digitale creati utilizzando un programma la cui funzione principale è quella di essere un foglio di calcolo. La sua sfida consiste nell’ottenere una “pittura digitale”, impiegando il mouse e pochi altri strumenti di base di questa applicazione.

Silvio Balestra, Yellow's Time, Pianeta rosso, 2009, digital c-print lightjet, Diasec® Grieger on dibond 4 mm, edizione unica © Silvio Balestra
Il percorso espositivo ruoterà attorno a svariati cicli – “Confronit”, “Scritture”, “Spirit & Matter” , “Sequenze Mutagene”, “Protempore”, “Informale Fotografico Materico”, “Monocromi Charta” - e si focalizzerà, in particolare, su quello dei “Concepts” del 2012, col quale Balestra ha aperto un nuovo filone d’indagine: partendo da uno scatto astratto, stampato a inchiostro su carta fotografica, interviene lavorando sulla fotografia, a mano e con l’ausilio di tecniche e attrezzi utilizzati nella tecnica pittorica o da lui inventati, ma senza l’uso di tecnologie digitali. Il risultato è un soggetto che, partendo dall’astrazione, rimanda a molti aspetti figurativi e formali, quali paesaggi verdeggianti, fondali marini, terreni lunari, e altro ancora.

Accompagna l’iniziativa un catalogo edito da Arte In books.


SILVIO BALESTRA
C
3 Creatività Concettualità Contemporaneità
Museo del Chiostro del Bramante, via Arco della Pace, 5 - Roma
26 febbraio - 4 aprile 2013
Inaugurazione: lunedì 25 febbraio, dalle 17.30 alle 20.30

Orari: tutti i giorni, dalle 10 alle 18

Ingresso: intero, 12 Euro; ridotto, 10 Euro.
il biglietto consente la visita alla mostra “Brueghel. Meraviglie dell’arte fiamminga”.

Informazioni: tel. 06.68809035-36
www.chiostrodelbramante.it

Silvio Balestra, Spirit&Matter, Asteroid belt 4, 2011, digital c-print lightjet, Diasec® Grieger on dibond 4 mm, edizione unica © Silvio Balestra
Note biografiche
Silvio Balestra è nato il 3 dicembre 1969 a Trieste dove attualmente vive e lavora.
Ha esposto in diverse mostre collettive, personali, in fiere d’arte, in Italia e all’ estero. Nel 2012 ha avviato un ulteriore percorso di ricerca basandosi su fotografie digitali elaborandole manualmente sia con tecniche ed accessori di vario genere, sia con inchiostri fotografici puri. Nel mese di dicembre 2009 si è svolta una sua personale a Montreal in Canada. Nel 2010 e 2011 ha vinto numerosi premi sia con la fotografia che con la grafica. Gli è stato conferito, per due anni consecutivi, il Merit Award della rivista americana di fotografia “B&W magazine”, che ha pubblicato le sue opere. Presente con un lavoro nella collezione pubblica d’arte contemporanea del Museo d’arte di Monreale “G. Sciortino”. Nel febbraio 2011 vince il Premio dei galleristi alla Fiera di Parma “Artistinmostra 2011” ed è tra gli otto finalisti al Premio della Critica. Particolare riscontro ha avuto il progetto di illustrazioni di libri per bambini “Artisinfabula” di cui è stato il primo a interpretare con la sua arte fotografica il testo Dal mare una leggenda di Giancarlo Sammito, Campanotto Editore, interpretazioni fotografiche di Silvio Balestra. Nel luglio 2011 viene selezionato con la fotografia per il Premio Arte 2011 della rivista “Arte” Mondadori. Ha esposto alla Fondazione De Nittis a Barletta.
In occasione della 54° Biennale Internazionale d’arte di Venezia curata da Vittorio Sgarbi, viene invitato a Torino Esposizioni per il Padiglione Italia. Nel maggio 2012 espone come “Proposta MIA” alla Milan Image Art Fair (Mia Fair 2012).
Hanno scritto di lui numerosi critici e giornalisti d’arte. Le sue opere sono apparse su importanti riviste d’Arte nazionali e internazionali.


Argomenti: #arte , #arte contemporanea , #balestra , #foto , #fotografia , #mostra , #roma
© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
10.162.034

seguici               RSS RSS feed

Condividi  
Twitter                            


Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione