ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO


Il Governo Informa : Comunicati stampa

Riunione del Comitato Venezia a Palazzo Chigi

Abbiamo evidenziato i punti salienti riguardo alle decisioni sull'accesso delle grandi navi a Venezia


8 Agosto 2014

Si è tenuta questa mattina a Palazzo Chigi una riunione del Comitato Venezia presieduta dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio. Hanno partecipato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, il Ministro dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Gianluca Galletti, il capo di segreteria tecnica del Ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, il Presidente Regione Veneto, Luca Zaia, il Commissario Straordinario Venezia, il Sindaco di Chioggia, il Sindaco di Mira, il Sindaco di Iesolo, il Sindaco di Cavallino Treporti, il Magistrato delle Acque e una rappresentanza della Provincia di Venezia.

In apertura di riunione si è provveduto ad approvare il riparto della quota spettante ai Comuni di Venezia, Chioggia e Cavallino Treporti cui alla Legge 228/2012. L’ammontare complessivo per il triennio 2014-2016 è stato quantificato in 43.235.731,35 euro.

Il comitato ha poi affrontato la questione relativa all’individuazione di una via alternativa al Canale di San Marco e Giudecca per il passaggio delle Grandi Navi da crociera, per consentire il mantenimento di Venezia quale porto per il traffico crocieristico, in modo da salvaguardare i livelli economici e occupazionali generati dal turismo di crociera ed evitare rilevanti danni economici al settore. È stato pertanto individuato un percorso per definire una soluzione che veda Venezia quale parte di un sistema lagunare e consenta di coinvolgere in modo sinergico anche gli altri territori facenti parte della laguna.

In particolare si è preso atto che l’attuale Stazione Marittima di Venezia è, al momento, l’unica in grado di costituire un punto di approdo valido per la croceristica nazionale e internazionale, sia per le caratteristiche di accessibilità delle navi, dei passeggeri e delle forniture di merci, sia in quanto garantisce la presenza di adeguati standard di sicurezza, tanto di “safety” che di “security”.

Sarà avviata la revisione del piano regolatore portuale, d’intesa tra l’Autorità portuale, il Comune di Venezia e i Comuni di Cavallino-Treporti e Mira per individuare una nuova stazione marittima passeggeri, che potrà essere ubicata a Marghera al venir meno dei vincoli di sicurezza e di congestione del traffico lungo il canale Malamocco-Marghera conseguenti alla realizzazione dello sviluppo portuale di Venezia in altura.

Si è poi concordato di sottoporre a VIA il progetto relativo al Canale Contorta Sant'Angelo, l’unico che, nell’attuale fase emergenziale, possiede un adeguato livello di definizione progettuale presentando gli elementi necessari per essere sottoposto a VIA. Ciò fermo restando che, in sede di VIA, potranno essere definite le prescrizioni necessarie a renderlo funzionale al progetto di ingegneria naturalistica inteso al recupero morfologico della laguna centrale oltre che aderente al Piano di gestione del Sito Unesco “Venezia e la sua laguna”. Nell’ambito del medesimo percorso potranno altresì essere sottoposti a VIA altri progetti tra quelle già presentati che raggiungano un adeguato livello di definizione.

Infine per l’anno 2014 e 2015 e, comunque, fino alla disponibilità della soluzione a regime, per assicurare il traffico crocieristico e tutelare il patrimonio artistico e ambientale limitando l’accesso al canale San Marco delle navi di grandi dimensioni, si procederà ad adottare un decreto interministeriale che recepisca le restrizioni al traffico crocieristico lungo il canale di San Marco previste nell’ordinanza n. 153 del 2013, che stabiliva dal 1° gennaio 2015 il divieto di transito per le grandi navi passeggeri.

Argomenti: #ambiente , #governo , #nave , #navigli , #politica , #trasporti , #venezia
© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
9.856.482

seguici               RSS RSS feed

Condividi  
Twitter                            


Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione