ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO


Mostra d'arte contemporanea

Prism Print International

A Milano, allo Spazio Ostrakon, dal 3 ottobre al 25 Ottobre 2014


Yoko Hara, Sakaimeno-fukei 4,2014,tecnica mista, 59x49cm
Per dare conto di quanto sia viva la ricerca della grafica contemporanea lo Spazio Ostrakon ospita una ampia selezione dei lavori originali di alcuni membri di Prism Print International celebrando, attraverso la mostra di una sessantina di pezzi di 17 autori inglesi e giapponesi, una collaborazione con artisti di differente formazione culturale avviata nel remoto 2011 e giunta alla quarta edizione, con l’intento di rappresentare paralleli e diversità.

Xilografie, calcografie, serigrafie, litografie, linocut, digital printing, composizioni ibride, “immagini del mondo fluttuante” a dare conto del fatto che ogni rinnovamento delle tecniche e dei materiali, per quanto radicale, non prescinde mai dal risultato di stampa, che rimane il fine ultimo e unico dell’intero processo.
In ciò differenziandosi, come arte a sè, dal portato delle avanguardie storiche che hanno privilegiato invece il processo, il concetto, a scapito del risultato e in barba a una ortodossia di accademia che per contro giudica illegittima l’opera grafica se non è realizzata nel rispetto delle tecniche e dei metodi consacrati dal passato.

;
Dolores de Sade, The Third Labour of Hercules, etching, 45x37cm
Sul piano dei contenuti troviamo ricerche sulla fragilità del Sè, sulla vita ordinaria e mondana del quotidiano, sul paesaggio nostalgico, sul mondo naturale, sull’arredo urbano e domestico, sull’esperienza e la percezione visiva, sulla diversità etnica e ambientale, su motivi astratti a colori vibranti, su fenomeni climatici, sulla vita acquatica larvale, su labirinti di linee intricate, su universi non rappresentativi, su diari esistenziali visivi. Dove gli artisti britannici si esprimono in modo più narrativo con una forte inclinazione al disegno e quelli giapponesi tendono piuttosto a una astrazione lirica e minimale.

Gli artisti inglesi sono: Susan Aldworth con 3 opere, acquaforte; Claudia De Grandi con 7 op., collagraph; Dolores De Sade con 4 op., acquaforte; Ian Brown con 5 op., acquaforte e serigrafia; Nigel Oxley con 3 op., punta secca su Khadi; Rebecca Jewell con 5 op., tecnica mista; Trevor Banthorpe con 4 op., xilografia su Kozo; John Read con 4 op., collagraph on BFK Rives.

Gli artisti giapponesi sono: Takahiko Hayashi con 4 op., acquaforte; Jin Hirosawa con 3 op., serigrafia; Yuuichi Kashima con 4 op., xilografia; Hideki Kondo con 4 op., litografia; Tsutomu Morita con 4 op., xilografia; Park Jae Young con 4 op., xilografia; Ritsuko Ozeki con 4 op., acquaforte, acquatinta; Toshihiko Ikeda con 3 op., acquaforte; Yoko Hara con 4 op., tecnica mista.


Vedi il sito di Prism Print International


Prism Print International
a cura di Hana Krenkova e John Read
SPAZIO OSTRAKON
Via Pastrengo 15 Milano

Inaugurazione: Venerdì 3 Ottobre 2014 ore 18,30
fino al 25 Ottobre 2014

Orari: da martedì a sabato dalle 15,30 alle 19,30
Info: 3312565640
info@spazioostrakon.it
www.spazioostrakon.it


Argomenti: #arte , #arte contemporanea , #giappone , #inghilterra , #milano , #mostra
© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
10.156.290

seguici               RSS RSS feed

Condividi  
Twitter                            


Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione