ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO


Fa specie la falsità dei mass media

L’occupazione va giù, questa è la triste verità!

Tutti enfatizzano la diminuzione della disoccupazione,ma questo è solo dovuto all’aumento degli inattivi

Di Giovanni Gelmini

Sembra incredibile che tutti i mass media enfatizzino la “diminuzione della disoccupazione” e facciano finta di non vedere che questa è solo dovuta all’incremento degli inattivi.
Infatti, l’ISTAT stima sì una lieve ripresa rispetto al tonfo di settembre, ma se guardiamo il grafico vediamo chiaramente che la crescita dell’occupazione si è fermata ad Agosto e il dato di novembre è inferiore a quello di Settembre.

La conferma di questo viene dal penultimo paragrafo, in cui si ribadisce che a livello trimestrale “sono in lieve calo anche le persone occupate (-0,1%, pari a -12 mila) ” (N.d.R. che i colleghi dei principali giornali e della TV non siano arrivati lì a leggere?).

Questi sono ancora dati che confermano quella che già avevamo segnalato coma la fine dell’illusione di una ripresa. L’industria non tira, se non nel settore automobilistico e, senza il supporto forte dell’attività industriale, è impossibile una ripresa.

Oltre tutto questi dati sono, oltre che provvisori, rilevati prima dei fatti tragici di Parigi, che senza dubbio influenzeranno negativamente la congiuntura nel 2016.

Mi sembra veramente poco professionale illudere chi legge che tutto vada bene.

A voi il comunicato stampa dell’ISTAT.

    La stima dei disoccupati a novembre diminuisce dell'1,6% (-48 mila); il calo riguarda uomini e donne e le persone con meno di 50 anni. Il tasso di disoccupazione, in calo da luglio, diminuisce ancora nell'ultimo mese di 0,2 punti percentuali arrivando all'11,3%.

    Dopo la crescita di settembre (+0,5%) e ottobre (+0,3%), a novembre la stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni rimane sostanzialmente stabile, sintesi di un calo delle donne e di una crescita degli uomini. Il tasso di inattività, pari al 36,3%, rimane invariato.

    Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo settembre-novembre 2015 diminuiscono i disoccupati (-4,4%, pari a -134 mila), sono in lieve calo anche le persone occupate (-0,1%, pari a -12 mila), mentre crescono gli inattivi (+0,6%, pari a +88 mila). Su base annua la disoccupazione registra un forte calo (-14,3%, pari a -479 mila persone in cerca di lavoro), cresce l'occupazione (+0,9%, pari a +206 mila persone occupate), cresce anche l'inattività (+1,0%, pari a +138 mila persone inattive).

    Nella nota metodologica sono riportati gli intervalli di confidenza dei principali indicatori non destagionalizzati.



Argomenti: #disoccupazione , #economia , #indagine , #istat , #italia , #occupazione , #politica

Leggi tutti gli articoli di Giovanni Gelmini (n° articoli 493)
il caricamento della pagina potrebbe impiegare tempo
© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
10.503.097

seguici               RSS RSS feed

Condividi  
Twitter                            


Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione