REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  11221974
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Cricio
stampa

 Anno I n° 4 del 21/07/2005    -   TERZA PAGINA


La Compagnia delle Muse a Cremona
Attenti alle donne. Tre monologhi di Aldo Nicolaj
Quando una valida compagnia di dilettanti mostra il “vero teatro”. Tanti professionisti dovrebbero imparare da loro!
Di Cricio


Mi sono recato a Cremona a vedere lo spettacolo “Attenti alle donne” con qualche perplessità lo devo dire; si mi avevano detto che la compagnia aveva vinto premi, ma per il teatro ho il palato particolarmente sensibile che viene da più di mezzo secolo di frequentazione del palcoscenico. Invece ho visto un bellissimo spettacolo, che mi ha fatto riflettere sulla pochezza di quanto spesso ci viene proposto dalla televisione e dai circuiti ufficiali. Spettacoli fatti con personaggi di poco valore, ma ben pagati, da attori e registi che ormai hanno esaurito la loro capacità, o da “prezzemoli” che stufano con la loro continua presenza; in definitiva noia o peggio schifezze totali.

La rappresentazione della “Compagnia delle Muse” non ha nulla di uno spettacolo realizzato da dilettanti. L’approccio è professionale, sotto tutti gli aspetti, e di qualità. I tre monologhi di Aldo Nicolaj scorrono piacevoli e rappresentano tre casi di “donne” portati all’estremo, al grottesco se vogliamo, ma che se, presi in piccole dosi, li ritroviamo nell’umanità che ci circonda.

Chiara Tambani, Nadia Zignani e Emanuela Soffiantini sono le tre donne. Chiara, in “La clausola”, interpreta una giovane vedova e sprizza tutta la sua gioventù in una recitazione effervescente densa di invenzioni e avvince il pubblico, insegnando anche a fare magistralmente le tagliatelle all’uovo. In “Corto circuito” Nadia Zignani, invecchiata dal trucco, rappresenta una vedova di mezza età, che con la sua ansia rende ansioso il mondo. Recitazione molto valida che comunica perfettamente il personaggio nelle sue sfaccettature e sa creare il mondo che la circonda, i personaggi che non si vedono, solo con la voce e la gestualità.
Lo spettacolo si chiude con Emanuela Soffiantini che con grande maestria interpreta il non facile personaggio de “La saponificatrice”, tratto da un fatto di cronaca vera e ricostruito da Nicolai per il teatro. Nella sua interpretazione si coglie l’aspetto grottesco di una cosa vera e non creata dalla fantasia. Il passaggio da un apparente calma e semplicità di questa “donna” alla visione distorta e maniacale del problema “pulizia” che si completa nella pazzia criminale. Questo crescendo è reso perfettamente da una recitazione attenta ed accorta che sa utilizzare tutti i registri necessari per mantenere alta l’attenzione, senza mai sconfinare nel banale o nell’ eccessivo.

Una considerazione diventa però necessaria alla fine: se questi tre personaggi diversi per contenuti e per stili di recitazione riescono a convincere, questo è sicuramente da attribuire ad almeno due cose, oltre alla capacità delle intrerpreti: una passione, che ha permesso un lavoro intenso di preparazione, e la regia magistrale di Luciano Sperzaga.

Un consiglio se riuscite andate a vedere i prossimi spettacoli in Versiglia e il 29 settembre al Teatro Rossini di Pesaro nel FESTIVAL DI ARTE DRAMMATICA DI PESARO.


La scheda
La Compagnia delle Muse nasce a Cremona nel 1993 ed è sostenuta da un folto numero di persone di età e professioni diverse.
Costituita come Associazione Culturale senza scopo di lucro, il suo obbiettivo principale è quello di promuovere la cultura teatrale e musicale.
La Compagnia ha il fine di perfezionarsi costantemente e perciò organizza periodicamente corsi di “tecniche di palcoscenico” che comprendono dizione, fonetica, mimica, gestualità, studio del personaggio, ecc. e seminari tematici tenuti da professionisti.
Una delle caratteristiche peculiari della Compagnia è la valorizzazione artistica del testo nel rispetto dell'Autore e nell'ambito di un'ambientazione filologica.
Per questo i costumi e le scenografie sono realizzati allo scopo di creare un'atmosfera che proietti lo spettatore nell'epoca facendogli vivere il racconto teatrale, dimostrando così con notevole consenso di pubblico (che si è fatto via via negli anni sempre più numeroso), che la cultura non è necessariamente qualcosa di ostico e di noioso, ma che può essere, invece, molto divertente.

Ha organizzato e partecipato a numerose serate di carattere culturale: letture poetiche, incontri con l'autore, letture ed interpretazioni di brani (anche presso le TV locali).


Dal 2000, l’Amministrazione Comunale di Sospiro le ha affidato la direzione artistica delle rassegne annuali: “Sospiro a Teatro” e “Rassegna musicale" Dal 2002 si occupa anche dell'organizzazione della rassegna Teatrale "Colpi di scena" (ora “Nuovi scenari”) del Comune di Leno (Brescia), con crescente ed entusiasmante successo di pubblico e di critica. Dal 2002 inoltre le è stata affidata la direzione artistica e l’organizzazione della manifestazione storica “FESTE A PALAZZO” promossa dall’Amministrazione Comunale di Crotta d’Adda (musica, costumi, teatro, immagini e sapori del settecento) che ormai è diventata una tradizione annuale presso la settecentesca “Villa Stanga”.

I riconoscimenti
7° Concorso di teatro “STORIE APPESE” 2004 - Tegoleto (Arezzo): “Anna dei miracoli”:
“Migliore attrice protagonista”: Emanuela Soffiantini
“Migliore interprete”: Elena Albera

14° Festival Internazionale “CASTELLO DI GORIZIA” 2004 - “Anna dei miracoli”:
“premio speciale della giuria” ad: Elena Albera

“57° FESTIVAL D’ARTE DRAMMATICA DI PESARO” - “Anna dei miracoli” di W. Gibson :
“Migliore attrice protagonista”: Emanuela Soffiantini
“Migliore attrice giovane”: Elena Albera
“Migliore spettacolo con valenza etica”

“CONCORSO ITINERANTE FITA LOMBARDIA 2004”:
“Migliore attrice protagonista”: (Elena Albera) - "Anna dei miracoli" di W. Gibson
Premio “STELLA D’ARGENTO” 2004 per il monologo italiano (Allerona - TR):
“Migliore monologo”: Emanuela Soffiantini (“Sola in casa” di Dino Buzzati)

CONCORSO POLVERE DI SCENA DI VIGEVANO (PV) (Stagione 2004):
“Migliore attrice protagonista”: (Elena Albera) - Anna dei miracoli" di W. Gibson

4° FESTIVAL NAZIONALE DEL TEATRO 2004 –Acquaviva di Montepulciano:
"Migliore attrice non protagonista" (Albera Elena) - "Anna dei miracoli" di William Gibson

“4° FESTIVAL DEL TEATRO COMICO D’AUTORE E…..” 2003 (Spinea – VE):
“Migliore attrice non protagonista” (Elena Albera) – “Anna dei miracoli” di W. Gibson

7° FESTIVAL NAZIONALE DI TEATRO CITTÀ DEI FIORI - Pescia 2002 " -
“Segnalazione speciale”: Anna dei miracoli di William Gibson.

"FESTIVAL NAZIONALE 2002 CITTÀ DI VITERBO": "Anna dei Miracoli" di W. Gibson:
"migliore attrice protagonista"(Emanuela Soffiantini)
"migliore attrice esordiente" (Elena Albera).

“TEATRO ESTATE 2001” Viareggio (LU): "Farfalla…Farfalla…" di A. Nicolaj:
"Migliore spettacolo della rassegna"

SELEZIONATA NEI PROSSIMI CONCORSI E FESTIVAL:

“58° FESTIVAL D’ARTE DRAMMATICA DI PESARO” - “Farfalla... Farfalla...” di Aldo Nicolaj :
“FESTIVAL DEL TEATRO D’AUTORE” - Spinea (Venezia): “Farfalla…Farfalla…” di A. Nicolaj
“CONCORSO ITINERANTE FITA-LOMBARDIA”: “Farfalla…Farfalla…” di A. Nicolaj
“ESTATE AL FORTE” 2005 - FORTE DEI MARMI (Lucca): “Attori” di Ken Ludwig –
“TEATRO ESTATE” 2005 – VIAREGGIO: “Attori” di Ken Ludwig –

Gli spettacoli in cartellone: "Farfalla... Farfalla..." di Aldo Nicolaj, "Anna dei Miracoli" di W. Gibson, "Il veleno del teatro" di Ken Ludwig
per informazioni contattare:
La compagnia delle Muse
piazza Roma, 27 – 26100 Cremona
tel. e fax (0372) 412321
e.mail lacompagniadellemuse@libero.it



Argomenti correlati:
 #donna,        #nicolaj,        #recensione,        #soffiantini,        #teatro,        #zignani
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Cricio
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione