REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  11408133
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di
stampa

 Anno I n° 7 del 29/09/2005    -   TERZA PAGINA


A Milano eventi d’arte, teatro, musica, danza ....
MILANOCONTEMPORANEA
90 eventi in 70 luoghi della città dal 14 –23 ottobre 2005


Dieci giorni di arte e di arti, di sperimentazioni e di incontri in tanti luoghi della città. E’ Milanocontemporanea, evento voluto e organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e realizzato in occasione della Giornata Nazionale del Contemporaneo, promossa per il 15 ottobre prossimo da AMACI-Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani e dalla DARC-Direzione Generale per l’Architettura e l’Arte Contemporanea del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

L’idea di raggruppare tutte le forze vive e attive di Milano c’era già, e la Giornata del Contemporaneo è sembrato il momento più favorevole per mettere insieme le numerose iniziative culturali che la città produce continuamente e che la rendono fra le più aperte al contemporaneo in Italia.

Non un solo giorno dunque, il 15 ottobre, ma dieci. Dal 14 al 23, infatti, in 70 luoghi della città, si terranno oltre 90 appuntamenti. Di questi, 12 eventi speciali sono organizzati dall’Assessorato alla Cultura: una mostra in progress al PAC, un concerto al Teatro Dal Verme, la prima uscita pubblica nella Casa della Poesia, una maratona letteraria, spettacoli di teatro d’avanguardia, due convegni con scrittori, artisti, filosofi, manager, architetti, scienziati, designer, economisti e politici che si confronteranno sui valori della contemporaneità.

Gli altri appuntamenti sono proposti da gallerie private, musei, teatri, luoghi di sperimentazione e spazi espositivi, fondazioni pubbliche e private, che su invito dell’Assessorato hanno aderito all’iniziativa contribuendo, per la prima volta, a costruire un unico cartellone sulla contemporaneità a Milano. 78 appuntamenti con un’ampia scelta tra nuove composizioni musicali, gag teatrali, aperitivi in concerto, installazioni audio visive, performance dal vivo, mostre legate alla grafica, alla scultura, alla fotografia e all’architettura, reading e set acustici, spettacoli di danza, incontri con gli artisti.

Milanocontemporanea offrirà al pubblico un grande insieme di eventi con la partecipazione di grandi nomi italiani e internazionali, a dimostrazione della sua vitalità, dell’attrativa dei suoi luoghi, dei suoi spazi sperimentali, teatrali, musicali e di tutte le intelligenze che con grande passione e professionalità contribuiscono a diffondere nel mondo l’immagine di una città in continua evoluzione, aperta alle contaminazioni, che guarda sempre al futuro, capace di attirare creativi da tutto il mondo che qui trovano ispirazione e terreno fertile per le loro idee. L’obiettivo di questa iniziativa è segnalare che esiste una rete di spazi e di occasioni per l’arte di oggi, ai quali il Comune stesso potrebbe dare visibilità e supporto. Negli ultimi anni, infatti, si sono sviluppate moltissime attività legate all’arte contemporanea: nei musei pubblici (dal PAC al Castello, alla Triennale, alla Permanente, alla Fabbrica del Vapore e a Palazzo della Ragione) e nelle gallerie private. Ma anche nelle Fondazioni private (alle Fondazioni Marconi, Mudima, Dena, Prada e Trussardi, si è ora aggiunta la Fondazione Pomodoro, un vero e proprio museo d’arte moderna e contemporanea) e in altri soggetti come Hangar Bicocca, Assab One, le Associazioni ACACIA, ArteGiovane e ViaFarini, Careof e tanti altri ancora.

La vocazione di Milano al contemporaneo non si limita alle arti visive. Il programma di Milanocontemporanea conferma infatti, attraverso un’accurata selezione degli appuntamenti più rappresentativi dal punto di vista dell’innovazione linguistica e dell’uso di nuove tecniche, l’ampia proposta di autori contemporanei nell’ambito teatrale e musicale. Ma la vitalità di una città che guarda al futuro è data dall’intreccio di tutte le professionalità. Per questo il programma da spazio anche ad approfondimenti sull’evoluzione della scienza e della medicina, sul rinnovamento urbanistico attraverso i grandi progetti architettonici e a una riflessione sui valori della contemporaneità in tutti i settori della vita civile e sociale.

L’essere una città contemporanea è quindi un tratto caratteristico di Milano. “Nella sua storia” afferma Stefano Zecchi, assessore alla Cultura “ha anticipato idee, mode, tendenze che si sono poi diffuse in Italia e, spesso, in Europa. E la città deve continuare ad essere fedele a questa sua vocazione: non essere soltanto vetrina per esporre cose d’altri, ma centro produttivo dell’innovazione e della sperimentazione, della ricerca, sia artistica che scientifica, e della creatività”.

Dal 5 ottobre in diversi punti della città, e in tutti gli spazi che aderiscono all’iniziativa, saranno distribuiti 40mila libretti con il programma completo che sarà disponibile anche sul sito internet www. comune.milano.it

Tutti gli eventi del 15 ottobre sono a ingresso gratuito come anche la gran parte degli appuntamenti degli altri giorni.  

VEDI DETTAGLIO DEGLI EVENTI


Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione