REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  12398675
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Walter Dall'Olio
stampa

 Anno I n° 11 del 24/11/2005    -   LENTE DI INGRADIMENTO



Il count-down del matrimonio
La serenità svanisce 12 mesi prima del matrimonio....
Di Walter Dall'Olio


Parlando di matrimonio il commento che si sentono maggiormente fare i futuri sposi, soprattutto la parte maschile, è che sposandosi finiranno di vivere e di essere liberi. Non voglio disquisire su questo fatto, perché ognuno ha vissuto la propria esperienza, ma ritengo più opportuno dire che la libertà e la serenità non finiscono in quel momento, ma svaniscono tragicamente nel momento in cui si decide di sposarsi, a causa di una serie di eventi che vado di seguito ad elencare in ordine cronologico inverso.

12 mesi prima
Prenotazione della chiesa
Se siete fortunati a trovare la chiesa libera per il mese (ho detto mese, e non giorno, a ragion veduta) prescelto siete già a buon punto. Dovete poi superare l'ostacolo "perpetua". Ella, forse per tenere fede alla sua più famosa collega di Manzoniana memoria, deve per contratto mettervi in agitazione: vi spiegherà in 27 secondi tutto l'iter burocratico da seguire, vi dirà che in chiesa bisogna comportarsi civilmente, che sono vietati abiti rosso Valentino e blu Balestra, che i fotografi devono aver fatto la cresima, che i bambini non devono piangere, che l'auto della sposa non deve essere troppo chiassosa e pacchiana, che i vostri amici non possono nè urlare nè portare trombe da stadio, e che la sposa non può essere nuda...... bene! Assolto questo vi ricorderà poi che il corso prematrimoniale dura 12 incontri di 3 ore serali più due domeniche intere, ed è obbligatoria la frequenza, pena l'obbligo a rifrequentare l'intero corso..... bene! anzi benissimo!

11 mesi e 29 giorni prima
Ristorante
Se siete sopravissuti alla vecchietta di prima senza cambiare idea, avrete comunque addosso la paura di essere in ritardo su tutto...... e qui inizia la fine!!! Vostra moglie (beh, da maschietto parlo ai miei pari sesso) sarà colpita dalla "ristorantite" e voi non avrete scelta: l'unico modo per farla guarire è quello di portarla a visitare il più alto numero di ristoranti nel più breve tempo possibile. Capita però a volte che tale malattia colpisca nella forma più acuta e che la soddisfazione di vostra moglie sia direttamente proporzionale al numero di chilometri: magari da Torino finirete a Piacenza per vedere un ristorantino che le ha consigliato una collega che poi farà schifo..... ma va bene lo stesso!!!

11 mesi prima
Dopo aver visitato tutti i ristoranti che ci sono nel raggio di ottanta chilometri, la vostra (illudetevi pure che sia vostra, ma sappiamo bene che è solo sua) scelta si sarà ridotta ad appena 40. Vi tocca iniziare a provarli!!! In questo caso i problemi sono due: 1) alcuni vi ospiteranno a loro spese, ma gli altri li dovete pagare voi 2) sicuramente i vostri suoceri e i vostri genitori (se avete la fortuna di averli ancora tutti e quattro) vorranno essere presenti ad almeno la metà delle prove. Entrambi i problemi si risolvono semplicemente dicendo sempre e soltanto SI..... almeno vi evitate il fastidio di dovervi rimangiare frasi del tipo "manco morto con i tuoi" o "piuttosto ci lasciamo, ma io lì non ci mangio".

10 mesi prima
Ormai avete speso quasi 1000 euro in cene e il vostro fegato è in bagno che vi aspetta, eppure la vostra scelta (vostra, ricordatevelo perchè è importante) si è ridotta solo a 10 e siete ad un passo da scegliere il posto che farà da cornice al giorno più bello della vostra vita. Voi tenterete di ricordare a vostra moglie che quel giorno, in quel meraviglioso posto che sceglierete, dovrete essere vestiti, dovrete avere delle bomboniere da dare a degli invitati che devono ricevere un invito, e che ci sarà un fotografo che scatterà al ritmo della musica suonata da qualcuno. Cioè voi tenterete di spiegare a vostra moglie che ci sono anche altre cose da decidere, ma tanto la risposta sarà "Amore siamo così vicini alla scelta, cosa ti costa riportarmi a vedere questi 10 ristoranti?"

9 mesi e mezzo prima
Avete rivisto i 10 ristoranti, avete speso altri 500 euro e il vostro fegato è diventato così grande che fra poco prenderà la patente, ma ne è valsa la pena. Finalmente il ristorante è stato scelto: è un pò lontano, però è proprio quello che avete sempre sognato (voi eh! mica lei). Per festeggiare decidete di andare a mangiare da vostro cugino, che ha un bellissimo ristorante in collina e nel quale lei non è mai voluta venire, perchè tanto "E' di tuo cugino, cosa vuoi che sia".

Il giorno dopo
La cena del matrimonio si farà da vostro cugino!!! Erano solo 3 mesi che suggerivate quell'incantevole posticino, e dunque siate contenti perchè alla fine vostra moglie vi ha accontentati: in fondo è lei che ha buon gusto, mica voi!!!

8 mesi e mezzo prima
Vi siete presi un intero mese di ferie dal matrimonio e nel frattempo siete tornati a lavorare in ufficio. I vostri colleghi vi guardano con aria preoccupata e si domandano come mai siete passati dalla Gazzetta Dello Sport a Io Sposa. Anche il vostro parrucchiere si insospettisce nel vedervi interessato ad acconciature, tinte e tempi di posa.

8 mesi prima
Le fiere
Siete nella stagione delle fiere e degli happening sul matrimonio. Dopo "Idea Sposa", "Il Salone Della Sposa" e "Happy Sposi", ne sapete più voi di pizzi e merletti che Marta Marzotto. Ormai negli alberghi delle sfilate arrivate prima voi delle modelle, e Carlo Pignatelli è diventato più mitico dei mondiali di calcio del 1982. I vostri colleghi, quelle poche volte che vi vedono, vi evitano.

7 mesi e mezzo prima
Oramai vostra moglie ha deciso quale abito comprare. Voi iniziate a chiedere quando lo farete anche voi, ma lei vi tranquillizza "Guarda per te è diverso. A te basta comprarlo un mese prima. Mica devi fare 10 prove, mica devi ordinare i pizzi, non hai mica il velo. Ah come vorrei essere al tuo posto. Non hai neanche una preoccupazione". Questo ha su di voi l'effetto di un gatto che si fa le unghie sulle vostre mutande, ma ciò nonostante andate avanti senza ucciderla, consci del fatto che fra 7 mesi tutto sarà finito. Tanto ormai che può succedervi?

7 mesi prima
Gli invitati
In soli quindici giorni (uno voi, e quattordici lei) siete riusciti a stilare una prima, e provvisoria, lista degli invitati. I risultati sono senza dubbio incoraggianti. Il ristorante di vostro cugino ospita al massimo 120 persone ("Te l'avevo detto io che il ristorante di tuo cugino non andava bene....... se tu mi ascoltassi ogni tanto"), e su quel foglio di carta stampato con Excel ce ne sono esattamente 120. Peccato che su quel foglio ci siano solo i suoi !!!

6 mesi e 20 giorni prima
Dopo soli 10 giorni siete riusciti a capire che i suoi 100 zii e cugini sono molto più importanti dei vostri 30 amici, e accettate di spartire equamente gli invitati: 80 parenti a lei e 10 a voi, e ben 15 amici a testa. In fondo se la sua famiglia è più attenta alle tradizioni della vostra, lei che colpa ne ha?

6 mesi e 15 giorni prima
Il corso prematrimoniale
Ha inizio il temutissimo e pericolosissimo corso. Prima di entrare a farne parte siete sottoposti ad un insidioso test di ingresso al quale dovete partecipare separatamente. Per fortuna una sua amica vi ha già dato le risposte esatte e voi dovete solo ricordarvele: 1) Si, crediamo tanto in Dio 2) Ci sposiamo in chiesa perchè crediamo tanto in Dio 3) Anche i miei genitori credono tanto in Dio 4) No, non ci siamo neanche sfiorati 5) Quando lo faremo sarà solo per fare dei bambini 6) Preservativi? cosa sono? 7) Figuriamoci se viviamo già insieme 8) 200 euro vi bastano?

6 mesi prima
Le bomboniere
Andate nel negozio più chic e caro della città, ignorando che in qualunque dei 200 negozi di bomboniere della vostra città ci sono le medesime cose ma a prezzi differenti.
L’agitatissima signora che vi accoglie vi comunica subito che il sabato non potete essere seguiti come in settimana, e prima di convincervi a ritornare mercoledì alle 10.30 (tanto ormai in ufficio hanno appeso una vostra foto per vedervi) vi da due notizie generali che creeranno in voi un'agitazione tale che rimpiangerete persino la ricerca del ristorante. 1) Non c'è alcuna fretta, ma bisogna ordinarle almeno 4 mesi prima 2) Le confezioni delle bomboniere la fanno loro (vorrei vedere, per 25 euro l'una), ma il colore del nastro dovete comunicarlo voi. E perchè? - domandate voi ingenuamente, ignari che le prossime 55 parole vi rovineranno i prossimi 3 mesi. - Perchè – dice - vanno abbinate con i segnaposto del ristorante, che vanno abbinati con le tovaglie, che vanno abbinate con i fiori, che devono richiamare il bouquet della sposa, che deve essere in tinta con i fiori della chiesa, che non devono stonare con l'abito della sposa, che non deve essere offuscato dall'abito dello sposo............Già alla parola "segnaposto" siete stati presi da dei forti conati di vomito, che vi porteranno alla prima crisi epilettica della vostra vita in concomitanza della parola "sposo".

Due giorni dopo
Dopo aver visionato tutte le tovaglie del ristorante di vostro cugino, la vostra amabile moglie vi porta alle 8.30 di mattina in tutti i negozi di fiori che conosce, cercando di carpire loro delle notizie utili che riguardino il bouquet e gli addobbi. Purtroppo (ed era prevedibile) salta fuori che l'addobbo della chiesa va fatto in accordo con coloro che si sposeranno prima e dopo di voi, e ciò vi porta nel giro di un minuto dalla simpatica perpetua manzoniana, che per darvi l'informazione riesce a scucirvi 20 euro.

Il giorno seguente
Telefonate alle tre coppie che si sposeranno il vostro stesso giorno, che accettano il vostro invito a incontrarvi la sera stessa. Durante la riunione, mentre voi quattro vi consolate a vicenda e guardate con invidia un tavolo fatto da soli maschi senza fedi al dito, le quattro donne incredibilmente si riescono a mettere d'accordo sul colore dei fiori in sole tre ore. Anche perchè tutte e quattro avranno un abito bianco.

5 mesi prima
Le bomboniere/2
Visto che i vostri suoceri si sono cordialmente offerti di pagarle loro, accettate volentieri di andare insieme a sceglierla. Ci sono solo due cose che vi lasciano perplessi: l'ultima frase di vostro suocero alla sorella minore di vostra moglie è "stai pure a casa se non vuoi venire, ma poi non ti lamentare se non sono come piacciono a te" - il negozio dove state andando si chiama "Il discount della bomboniera".

4 mesi e mezzo prima
La burocrazia
Dopo un mese e mezzo in cui avete pregato più che in tutta la vostra vita, il corso prematrimoniale è finito. Finalmente l'attestato di frequenza è nelle vostre mani, e voi potete dare inizio al percorso che solo una vittima della legge Merlin può avere creato. Il primo passo lo fate nella chiesa in cui da piccoli delicatamente vi hanno quasi affogati, dove cercate di convincere inutilmente la perpetua (tristemente simile all'altra) che il vostro battesimo è avvenuto lì dentro presumibilmente entro un anno dalla vostra nascita, e non l'anno prima o tre dopo. Purtroppo per la dolce vecchietta Microsoft è solo il nome di un ammorbidiente, e l'archivio che sta consultando sembra essere appena uscito dagli scavi per la metropolitana. Ciò nonostante la vista le si rischiara quando una banconota blu-violastro le compare davanti agli occhi, e nel giro di appena tre ore riuscite ad avere il vostro bel certificato di battesimo.
Il secondo passo lo fate nella chiesa dove avete fatto la cresima, e nel giro di qualche minuto maledicete sia il fatto di non essere musulmano, che il fatto di aver cambiato casa da piccoli. Qua purtroppo siete accolti direttamente dal parroco, che, forse per emulare il suo massimo superiore terreno, cerca tutto rigorosamente senza occhiali. Peccato che abbia più dita che diottrie, e che neanche la vista della banconota blu-violastra (che peraltro vi richiede ancora prima di farvi accomodare) lo aiuti in questa impervia ricerca. Anche qui riuscite ad uscire dopo quasi tre ore, e dopo che l'arzillo vecchietto ha compilato (e sbagliato) solo 7 volte lo stesso modulo.
Il succedersi delle missioni da compiere è però ancora lungo e cerco di riassumerlo brevemente:
- visita alla chiesa che vi sposa per far partire la pratica
- visita alla vostra chiesa di residenza per consegnare le pubblicazioni
- tre passaggi in comune per prenotare
-fissare-ritirare le pubblicazioni
- di nuovo nella vostra chiesa per ritirare le pubblicazioni (sempre che non le abbiano perse..... e succede!!!)
- ancora nella chiesa che vi sposa per consegnare tutto, e di nuovo per parlare col parroco, e di nuovo per decidere le preghiere, e di nuovo per la musica, e di nuovo, e di nuovo, e di nuovo......
Tutti questi passaggi vi costano quasi 200 euro, ma voi siete sempre più sicuri che niente potrà intaccare la vostra serenità.

4 mesi prima
Le partecipazioni
Dopo averne viste oltre duecento, e dopo aver capito che i campioni presenti nei negozi sono tutti assolutamente identici, il mitico discount della bomboniera ve le consegna, e vi fa notare quanto siano meravigliose di quel colore che si intona perfettamente alla bomboniera, che ricordano i segnaposto, che si intonano alla tovaglia, che ricordano i fiori bla bla bla bla..

3 mesi prima
Il viaggio di nozze/1
Dopo un altro mese di ferie dal matrimonio, durante il quale siete riusciti a scegliere il vostro vestito senza troppe inferenze, vi rendete improvvisamente conto che dovrete fare un viaggio di nozze. In appena tre ore vi portate a casa 26 chili di cataloghi e dopo sole 24 ore conoscete a memoria il clima e l’igrometria di ogni parte del mondo.

2 mesi e 20 giorni prima
Il viaggio di nozze/2
Dopo una strenua lotta in cui voi difenderete la vostra scelta degli Stati Uniti con tanto di sosta a Las Vegas e a Disneyland, il dubbio rimarrà fra il Sudafrica, l’Australia, i Caraibi,, le Maldive, le Mauritius, il Madagascar, Singapore, la Polinesia, l’estremo Oriente, il Messico e il Canada.

2 mesi e 15 giorni prima
Il viaggio di nozze/3
Andate da soli in agenzia a pagare l’acconto per il viaggio che vostra moglie ha scelto con sua madre e sua sorella il giorno prima. Per la parte restante fate affidamento sulla lista nozze che avete deciso di dedicare al viaggio, piuttosto che ad un televisore LCD con home theatre , un DVD con hard disk e una Playstation.

1 mese prima
Iniziate a telefonare a tutti coloro che avete invitato per ottenere la conferma della loro presenza e scoprite con orrore che i suoi 100 parenti si sono moltiplicati come le zanzare e sono diventati il doppio, mentre i vostri 15 amici hanno fatto la fine del velociraptor e si sono estinti.

20 giorni prima
Il menu
Andate da vostro cugino per decidere il menu del pranzo e lottate tre ore per far capire a vostra moglie che non è lui che è un incapace, ma che i tartufi, i porcini freschi e le castagne fanno fatica a crescere a maggio.

15 giorni prima
Su consiglio di vostro cugino chiamate di nuovo tutti gli invitati per venire a conoscenza di eventuali allergie alimentari e scoprite che gli unici due a non averne sono vostro nipote di tre mesi che non ha ancora messo i denti e vostro nonno di novant’anni che per quel giorno metterà la dentiera nuova.

5 giorni prima
Ormai è tutto fatto: gli abiti sono pronti e le bomboniere pure, il menu è stato deciso, il fotografo e il cantante vi sentono più delle loro madri, l’albergo per gli ospiti è prenotato, i nastri per le automobili e le mappe per il ristorante sono in un sacchetto, la macchina e l’autista ci sono, gli addii al celibato e al nubilato sono stati smaltiti, i fiori e il bouquet sono stati definitivamente decisi, gli ospiti hanno tutti confermato e il ristorante sta solo aspettando il tabellone con i posti a sedere…… i posti!!!!!!

4 giorni prima
I posti
Passate tutta la notte a decidere se zia Pinuccia può stare con zio Pasquale e se qualche amica single di vostra moglie si può sedere al tavolo dei vostri unici tre amici sopravvissuti.

1 giorno prima
Niente può più andare storto e andate a dormire felici e sereni come non vi sentivate da un anno esatto.



Argomenti correlati:
 #cultura,        #famiglia,        #matrimonio,        #società
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Walter Dall'Olio
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione