REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  11804016
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Daniela Losini
stampa

 Anno IV n° 6 GIUGNO 2008    -   TERZA PAGINA


Nelle Sale Oggi
Sex and the city

Di Daniela Losini



Le ragazze son tornate, dopo dieci anni dalla prima puntata (qualcuno si ricorda Anna Pettinelli e il suo talk show in accompagnamento quando esordì la serie su La7 ma soprattutto di Antonella del Lago, la professoressa del sesso?). Ma torniamo a noi.

Carrie ha recuperato il rapporto con Big, Miranda cresce il suo pargolo con Steve, Charlotte e Harry (l’attore Evan Handler il miglior personaggio della serie Californication con David Duchovny) hanno una figlia adottiva splendida e Samantha dopo aver sconfitto il cancro, un amore duraturo col prestante Jerrod e una splendida villa a Los Angeles.

Sul grande schermo i taglienti dialoghi delle quattro amiche, le schermaglie, i tratti caratteristici, i vezzi, il corollario di scenari, tacchi, belletti, paillettes e rossetti, tragedie, situazioni umane e perciò scontate ma mai così ben abbigliate e in ghingheri, funzionano.

Che siate fan o meno della serie (bandendo ogni estremismo), rigettiate o meno quel che è costruito sin nel microparticolare e/o nato per intrattenere, è sufficiente che accendiate la lampadina della consapevolezza per poter gustare appieno la versione sul grande schermo.

Si è spettegolato molto sulla trama: la verità è che un matrimonio ci sarà ma non come ci si aspetterebbe, ci sarà un doloroso litigio, una separazione, una riconciliazione, realismo e sentimenti ma senza melassa. Qualche caduta di stile non manca: il cagnolino infoiato di Samantha e la maledizione di Montezuma che colpirà Charlotte. Un nuovo personaggio è l’assistente di Carrie, la gagliarda Jennifer Husdon vincitrice dell’Oscar come attrice non protagonista per Dreamgirls.

Furbo, gradevole, malizioso ma mai spocchioso, Sex and the City the Movie ottiene l'attenzione della nostra parte cresciuta con l'Enciclopedia della Donna aggiornandola: solo più libera, conscia e presente verso se stessa.


GIUDIZIO GENERALE ***
RITMO **
IMPEGNO **
COINVOLGIMENTO **
Legenda : * scadente ** sufficiente *** discreto **** buono ***** ottimo
 



Argomenti correlati:
 #cinema,        #film,        #recensione
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Daniela Losini
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione