REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  11820772
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Daniela Losini
stampa

 Anno IV n° 6 GIUGNO 2008    -   TERZA PAGINA


Film da non dimenticare
Severance – Tagli al personale
In DVD a noleggio
Di Daniela Losini



Ci sono pellicole che segnano confini e creano la frattura tra il “prima” e il “dopo”. “Shaun of the Dead” di Edgar Wright e Simon Pegg (tornati al grande schermo in tempi recentissimi con lo scoppiettante “HoT Fuzz”) è la pietra miliare che marchia e reinventa in modo ingegnoso il genere horror. Naturale che ne seguano altri esempi e “Severance” è da annoverarsi, per nostra fortuna, tra quelli riusciti.

La carne da mattatoio la fornisce un gruppo di colleghi: la biondina timida, la bruttina genialoide, il fattone fantasioso, il capo superdiligente, il capro espiatorio scodinzolante, il cinico di professione, l’intelligentone di colore. Tipi riconoscibili e ascrivibili a categorie abusate, ma si scorribanda sul filo dell’innovazione. Lavorano tutti presso una multinazionale delle armi e avanzano per direttissima verso un tranquillo weekend di paura quando si perdono nel boscoso entroterra bulgaro. La meta dovrebbe essere un residence superlusso ove praticare attività di socializzazione tra i colleghi e recuperare la spinta motivazionale al proprio impiego. Son cose che fanno effetto: come trovare un serial killer nella tua cucina.

Felici trappole allo spettatore (pensi succederà così? E invece guarda un po’ cosa ti combino) e lato grottesco permettendo, l’ordito si sfila deciso mentre si naviga spediti tra il gusto di ribaltare i clichè (uno per tutti: la reazione alla tarantola), la commedia graffiante, citazioni gore e ragazzotte made in Russ Meyer. Attori dalle facce adorabili e credibili, un manipolo di cattivi alla commando, un colpo finale ben assestato. Qualche caduta di tensione e alcuni momenti statici sono compensati dalla capacità di amalgamare con sapienza le spezie: l’inglese Christopher Smith dopo la prima buona prova con “Creep: Il Chirurgo" si conferma quale buon cuoco di trame.


Titolo in lingua originale: SEVERANCE
Regista: Christopher Smith
Attori: Laura Harris, Danny Dyer, Judit Viktor, Babou Ceesay, David Gilliam, Juli Drajkó, Toby Stephens, Tim Mcinnerny, Claudie Blakley
Casa di Distribuzione: MEDUSA VIDEO
Vietato ai minori: NO
Formato Audio: Dolby digital 5.1

Formati: Schermo panoramico 2.35:1 anamorfico 16/9
Genere: horror grottesco
Lingue sottotitoli:
Italiano, Inglese,
Speciali:
trailer – commento del regista



Argomenti correlati:
 #cinema,        #film,        #recensione
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Daniela Losini
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione