REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  14407043
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Cricio
stampa

 Anno V n° 10 OTTOBRE 2009    -   EVENTI


Mostra fotografica
Gianni Berengo Gardin
A Camogli, alla Fondazione Remotti dal 10 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010
Di Cricio



Quando sento parlare di Gianni Berengo Gardin il mio cuore si allarga. Lo conosco, di fama, da quando era nel “Circolo la Gondola” di Venezia con Beppe Bruno, inizio anni ’60, quando anch’ io giovanissimo, mi avvicinavo alla fotografia per documentare con l’AFB di Bergamo: fotografia giornalistica di approfondimento, la potremmo chiamare. Cogliere la storia umana con uno scatto è certamente il sogno a cui Gianni Berengo Gardin ci ha insegnato la via. Le suo foto sono caratterizzate dalla naturalezza, nessuna esasperazione, la verità che vede l’occhio fotografico con lo scatto.

Il suo modo di fotografare è stato per me la via maestra, quella da seguire e quindi oggi è con piacere che riporto l’annuncio che la Fondazione Pier Luigi e Natalina Remotti, il Comune di Camogli, la Pro Loco di Camogli hanno organizzato: una mostra personale di quello che considero uno dei miei maestri “teorici” , nella quale verranno proposte sue fotografie di Camogli.

Gianni Berengo Gardin è di certo uno dei maestri della fotografia contemporanea e ha ricevuto nel 2008 il prestigioso premio Lucie Award, New York. Fin dalla sua collaborazione con il settimanale Il Mondo, nei primi anni cinquanta, ritrae la vita quotidiana della società e della provincia italiana mettendone in luce le disparità, le emarginazioni e i contrasti. Rimane un esempio emblematico il libro realizzato con Carla Cerati nel 1968 Morire di classe, con il quale rivelò all’Italia di allora il degrado degli ospedali psichiatrici. Fu uno choc importante che permise di comprendere realtà fino ad allora rimaste sprofondate nel silenzio.

Ma perché Gianni e Camogli?

Scopriamo che Berengo Gardin, che da anni ha una casa a Camogli, fa parte di quella società mobile che trova in questo luogo, una sede ideale per compensare la vita metropolitana. Così anche Camogli diventa una palestra in cui il grande reporter della nostra vita può sviluppare la sua indagine sulla società che lo circonda. Questo ci dice che non c’è bisogno di fare viaggi esotici per generare dei capolavori.

La mostra alla Fondazione Pier Luigi e Natalina Remotti, nasce dall’occasione del libro monografico commissionato dalla Pro Loco e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Camogli. che con marchio Federico Motta Editore per questa mostra.

Saranno esposte venti fotografie che fanno parte del volume e una selezione di altri venti scatti che vanno a comporre un flash autobiografico della sua lunga ricerca.

Come scrive Silvana Turzio nella presentazione del volume, “Solo qualcuno che conosce profondamente Camogli può fotografare certi scorci come li vediamo ora nell’immagine della chiesa del Boschetto o del bivio di una della tante scalinate che collegano la via Romana alla via di Mezzo e questa alla via nella Valle. (...) Ma è solo la qualità dello sguardo fotografico di Gianni Berengo Gardin che riesce a creare visioni particolari, mai viste prima, offrendo in un’immagine una sintesi delle cose che fanno di questo lembo di terra, stretto tra monti e mare, il luogo così amato da genti diverse, marinai e armatori, intellettuali e artisti, solitari e mondani, bambini e adulti.


Gianni Berengo Gardin
Camogli, alla Fondazione Remotti
dal 10 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010

Inaugurazione: 10-10-2009 , Ore 18.00-20.00
Orari di apertura Da giovedì a domenica dalle 16.00 alle 19.00 e su appuntamento
Ingresso libero
Informazioni
Fondazione Pier Luigi e Natalina Remotti
tel + 39 0185 772137

info@fondazioneremotti.it
www.fondazioneremotti.it
Comune di Camogli +39 0185 729061
Pro Loco Camogli +39 0185 5771066

In occasione della mostra sarà presentato il volume, pubblicato da 24 ORE Motta Cultura - Gruppo 24 ORE, con marchio Federico Motta Editore, "Camogli" di Gianni Berengo Gardin con testo di Silvana Turzio.

Il libro nasce grazie al sostegno del Comune e della Pro Loco di Camogli e accompagna la mostra personale di Gianni Berengo Gardin, a cura di Francesca Pasini, che si terrà alla Fondazione Pier Luigi e Natalina Remotti dal 10 ottobre 2009 al 31 gennaio 2010. Saranno esposte venti fotografie tratte dal volume e altre venti che vanno a comporre un flash back autobiografico della lunga ricerca di Berengo Gardin.
Una selezione di immagini in alta risoluzione è disponibile sul sito
www.fondazioneremotti.it

La biografia di Giani Berengo Gardin sul sito delCircolo fotografico La Gondola



Argomenti correlati:
 #arte,        #arte contemporanea,        #camogli,        #foto,        #fotografia,        #gianni berengo gardin,        #mostra
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Cricio
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione