ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO


Napolitano risponde alle accuse di Berlusconi

Il Presidente della Repubblica è dalla parte della Costituzione




"Tutti sanno da che parte sta il Presidente della Repubblica. Sta dalla parte della Costituzione, esercitando le sue funzioni con assoluta imparzialità e in uno spirito di leale collaborazione istituzionale": così una nota del Quirinale sulle polemiche seguite alla sentenza della Corte Costituzionale - avversa alla legge "in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle Alte cariche dello Stato" - che hanno investito anche il Capo dello Stato.

Il Presidente Napolitano, ha accolto con rispetto la sentenza della Corte alla quale soltanto spetta il giudizio di costitutinalità delle leggi.

È da ricordare che, al momento della promulgazione della legge in questione, si era rilevato - come si evince dalla nota diramata il 23 luglio 2008 - che la sentenza della Corte Costituzionale n. 24 del 2004, a cui in quella fase si faceva riferimento, non aveva sancito che la norma di sospensione del processo dovesse essere adottata con legge costituzionale.

Argomenti:   #attualità ,        #berlusconi ,        #corte costituzionale ,        #napolitano ,        #politica

© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
12.477.684

seguici RSS RSS feed

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione