REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  12387814
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di Daniela Losini
stampa

 Anno V n° 12 DICEMBRE 2009    -   RECENSIONI


Nelle Sale Oggi
Moon di Duncan Jones

Di Daniela Losini



La luna di Duncan Jones (talentuoso figlio di David Bowie) è una luna deserta, fonte di approvvigionamento energetico, ove le stazioni di estrazione sono governate da un unico uomo (Sam Rockwell, eccellente come sempre) e Gerty, l’intelligenza artificiale che risponde alle leggi della robotica e comunica tramite un video con emoticon.

Sam manca dalla terra e dai suoi cari da tre anni, riceve messaggi in differita e ne registra altrettanti che vengono recapitati con esasperante lentezza. La routine giornaliera è scandita dai lavori di manutenzione e di controllo dell’estrazione del gas energetico. Il braccio meccanico e la voce metallica di Gerty lo accompagnano premurosi e quasi asfissianti (la voce originale è di Kevin Spacey), sempre pronti a risolvere ogni questione pratica e dare il consiglio giusto. Uno spiraglio all’orizzonte: il mandato sta finendo e Sam può finalmente tornare a casa.

Un incidente terribile occorre e succede qualcosa di imprevedibile: Sam si troverà faccia a faccia con se stesso e la reale percezione di ciò che è accaduto sin d’ora.

Desertico, lunatico, estraniante film d’interni che guarda alla migliore tradizione di fantascienza scritta e filmata; citiamo a proposito (anche se lo immaginerete subito, se frequentate il genere) i mondi futuristici di Kubrick, di Asimov, di Philip K. Dick, solo per elencare i nomi più conosciuti. La solitudine, il silenzio e il terrore dello spazio profondo, reagire a se stessi e doversi guardare continuamente allo specchio perché non vi è alternativa alcuna: niente allucinazioni ma è solo la scoperta della verità per riuscire a essere liberi.

Esordio di tutto rispetto, debitore delle succitate suggestioni, ma rimescolate con perizia e grazia, nonostante qualche passaggio mancante della necessaria profondità, rendono Moon un’appetibile e luminosa stella nella galassia dei film di genere.


GIUDIZIO GENERALE ***
RITMO **
IMPEGNO ***
COINVOLGIMENTO ***
Legenda : * scadente ** sufficiente *** discreto **** buono ***** ottimo



Argomenti correlati:
 #cinema,        #film,        #recensione
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di Daniela Losini
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione