ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO



SEGNI COME SOGNI. Licini, Melotti e Novelli fra astrazione e poesia

Catania, Fondazione Puglisi Cosentino, Palazzo Valle, dal 6 febbraio al 12 giugno 2011


 
  Fausto Melotti: Il sole dell'apocalisse

Accanto alla grande antologica dedicata a Carla Accardi, la Fondazione Puglisi Cosentino propone a Palazzo Valle un secondo, prezioso appuntamento espositivo: “Segni come sogni tra astrazione e poesia” con 27 selezionate opere di Licini, Melotti e Novelli. La mostra è curata da Gabriella Belli e Alessandra Tiddia e organizzata dalla Fondazione presieduta da Alfio Puglisi Cosentino in collaborazione con il MART – Museo d’arte contemporanea di Trento. “Segni come sogni” avrà gli stessi orari e la medesima durata della mostra sulla Accardi, ovvero dal 6 febbraio al 12 giugno, così come unico sarà il biglietto d’ingresso.

Cosa accomuna due pittori come Osvaldo Licini (Monte Vidon Corrado (AP), 1894 - 1958) e Gastone Novelli (Vienna, 1925 - Milano,1968), e uno scultore come Fausto Melotti (Rovereto, 1901 - Milano, 1986)?

Non l’appartenenza ad una medesima stagione artistica, ma una comune vocazione lirica attraverso lo sviluppo di una dimensione anti-volumentrica, che potrebbe essere declinata nelle parole della leggerezza, del gioco, della fantasia.

Licini e Melotti appartengono a quella generazione che più direttamente ha desunto da Klee e Kandinsky i modi dell’astrazione lirica, ma condividono con il più giovane Novelli il rifiuto della solidità costruttivista in favore di una libertà espressiva che attinge alla fantasia e all’inconscio, e all’ironia come serbatoi di immagini e visioni.

 
Osvaldo Licini: Amalasunta con trombetta su fondo giallo - 1949
Nelle Amalasunte di Licini come ad esempio nella piccola quanto straordinaria Amalasunta con trombetta su fondo giallo (1949) ritroviamo l’ironia surrealista che rende lo spazio luogo dello stupore analogamente a quanto rivelano le sculture di Melotti, come Nel deserto (1977) o Le contrade (1977), risultato di una creatività fluida e ricca di humour.

La leggiadria ironica, che accomuna i lavori di questi due artisti, può essere letta come un’alternativa mediterranea alla lezione dell’astrattismo lirico che ha contraddistinto gran parte della produzione artistica italiana e internazionale dell’immediato dopoguerra, influenzando anche la generazione seguente a cui appartengono Carla Accardi ma anche Gastone Novelli, che proprio alla fine degli anni '50 esponeva insieme all’Accardi nelle mostre romane con opere come Paura clandestina (1959), qui presentata.

 
  Gastone Novelli: Paura Clandestina
Il suo lavoro, rappresentato in mostra da un piccolo nucleo di dipinti di grande importanza, come La montagna degli Adepti (1962) o Guerra alla guerra (1968) che ha partecipato alla contestata Biennale del 1968, affidano al segno un sentimento che lo associa a Licini e Melotti: quell‘ironica allusione al mondo delle cose, all’universo di quegli oggetti divisi fra regola e astrazione.


SEGNI COME SOGNI.
Licini, Melotti e Novelli fra astrazione e poesia

Fondazione Puglisi Casentino, Palazzo Valle, via Vittorio Emanuele 122 Catania
Dal 6 febbraio al 12 giugno 2011

Orario:
dal martedì alla domenica 10-13.00;
16.00-19.30 il sabato sino alle 21.30;
chiuso il lunedì;
aperture straordinarie su prenotazione.
La biglietteria chiude mezz’ora prima.

Biglietti interi: 8 euro, ridotti: 5 euro, scolaresche: 2,50 euro, i pomeriggi di martedì e venerdì ingresso 1 €. (il biglietto è unico con la mostra di
CARLA ACCARDI “Segno e trasparenza”)

Per informazioni e prenotazioni:
Fondazione Puglisi Cosentino tel. + 39 095 7152228, + 39 095 7152118
info@fondazionepuglisicosentino.it
www.fondazionepuglisicosentino.it
Mostra realizzata in collaborazione con:
Mart- Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto
A cura di: Gabriella Belli e Alessandra Tiddia<

Argomenti:   #arte ,        #catania ,        #licini ,        #melotti ,        #mostra ,        #novelli

© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
12.477.784

seguici RSS RSS feed

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione