REGISTRATO PRESSO IL TRIBUNALE DI AREZZO IL 9/6/2005 N 8
Articoli letti  11399810
   RSS feed RSS
Vedi tutti gli articoli di
stampa

 Anno VII n° 4 APRILE 2011    -   FATTI & OPINIONI


Camera dei Deputati dal resoconto stenografico dell'Assemblea: seduta n. 463 di mercoledì 13 aprile 2011
FABRIZIO CICCHITTO(PDL) - Processo breve: dichiarazione di voto
D'iniziativa dei senatori: Gasparri ed altri: Misure per la tutela del cittadino contro la durata indeterminata dei processi in attuazione dell'articolo 111 della Costituzione e dell'articolo 6 della Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali (Approvata dal Senato)


Signor Presidente, onorevoli colleghi, lo scandalo non è certamente questa proposta di legge che punta a ridurre la durata dei processi, il vero scandalo è costituito dalla situazione attuale che ha portato più volte l'Europa ad essere condannata per la lunghezza dei processi (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico) e consentitemi anche di aggiungere che qui si evocano fatti traumatici, come quelli avvenuti a Viareggio e L'Aquila, del tutto a sproposito. Si tratta di un'operazione di sciacallaggio (Applausi dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania) che respingiamo e rinviamo al mittente.

Già il Ministro ha messo in evidenza che se la norma all'esame del Parlamento fosse approvata la prescrizione del disastro ferroviario di Viareggio maturerebbe in ventitré anni e quattro mesi, quindi nel 2032, e la prescrizione dell'omicidio colposo plurimo addirittura dopo, fino a un massimo di trentacinque anni dai fatti, quindi nel 2044.

Sgombrato il campo da questi due elementi (Commenti del deputato Colombo) vogliamo anche rispondere a un dato paradossale, quello della cosiddetta legge ad personam. Oramai qualunque provvedimento riguardante la giustizia può coinvolgere o sfiorare Berlusconi visto che egli dal 1994 è sottoposto ad un inusitato bombardamento giudiziario (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico): 28 processi, 2.300 udienze, circa 500 perquisizioni, migliaia di intercettazioni, dunque il vero scandalo è la sistematica persecuzione ad personam (Applausi dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania - Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico) di cui è vittima Berlusconi.

Questa persecuzione deriva da una ragione politica di fondo: Berlusconi scendendo in politica nel 1944 (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico), nel 1994, e ottenendo nel 2008, con il PdL, oltre 18 milioni di voti, ha impedito alla sinistra di prendere il potere e ciò non gli viene perdonato, per cui egli deve essere distrutto (Applausi dei deputati del gruppo Popolo della Libertà). Questo si intreccia con la tendenza di una parte della magistratura che ha teorizzato l'uso alternativo del diritto e che mette in pratica sul terreno della giurisdizione la sentenza creativa, che innova rispetto alla stessa legge, e la sentenza anticipata, l'avviso di garanzia a mezzo stampa, intercettazioni riguardanti anche la vita privata propalate attraverso la violazione del segreto istruttorio (Applausi dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania). Insomma, l'obiettivo è quello di distruggere una persona indipendentemente dalla sentenza formale, che può arrivare anche dopo dieci anni.

Questo meccanismo che riguarda Berlusconi è avvenuto già un'altra volta nella storia del nostro Paese e riguarda la vicenda del 1992-1994 e di Tangentopoli, che è stata un pezzo del sistema Italia, un pezzo organico derivante dal fatto che fino all'adesione al Trattato di Maastricht i grandi gruppi del capitalismo italiano non sapevano dove stesse di casa la libera concorrenza e il mercato (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico), per questo stabilirono un rapporto collusivo con lo Stato e quindi con i partiti, con tutti i partiti: la DC, il PSI, i partiti laici e il Partito comunista italiano (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico - Applausi dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania). Il PCI aveva tre fonti di finanziamento: l'Unione Sovietica (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico), le cooperative rosse con cui c'è un rapporto (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico) di conflitto di interessi occulto...

PRESIDENTE. Aspetti, onorevole Cicchitto. Pregherei i colleghi di consentire all'onorevole Cicchitto di svolgere il suo intervento (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico).

FABRIZIO CICCHITTO....e anche un rapporto corruttivo con i privati.

L'esistenza di questo rapporto corruttivo ci è ricordata in un bel libro dall'onorevole Di Pietro, che dice: abbiamo provato di certo che Gardini effettivamente un miliardo l'ha dato, abbiamo provato di certo che l'ha portato alla sede di Botteghe Oscure, abbiamo provato di certo che in quel periodo aveva motivo di pagare tangenti a tutti i partiti, perché c'era in ballo un decreto sulla defiscalizzazione della compravendita Enimont, cui teneva moltissimo.

Ma a quel punto scatta il garantismo insito nella personalità dell'onorevole Di Pietro, che dice: il problema è che per nquisire qualcuno avevamo bisogno di avere un nome, un soggetto o una persona fisica, allora chi dovevamo inquisire per quanto riguardava il PCI: il signor Botteghe Oscure, nato a..., residente a...? Tutte le persone che quel giorno erano negli uffici dell'allora PCI non sanno o non vogliono dire esattamente chi ci stava quel giorno ad attendere Gardini (Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico). Domandiamo se - è sempre Di Pietro che parla - c'era Occhetto, c'era D'Alema, c'era Visco?

Allora, il punto è che nella vicenda Mani Pulite tutti erano coinvolti, però ci sono stati due pesi e due misure (Applausi dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà, Lega Nord Padania e Iniziativa Responsabile). Un pezzo della Democrazia Cristiana, il Partito Socialista e i partiti laici sono stati distrutti, la sinistra democristiana e il Partito Comunista sono stati salvati (Applausi dei deputati del gruppo Popolo della Libertà - Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico). Questo vuol dire che prima nel 1992-1994 e poi dal 1994 ad oggi c'è, da parte vostra e di alcune procure, un uso politico della giustizia come arma impropria da parte di una sinistra, che surroga in questo modo la sua debolezza politica e programmatica.

Questa è la ragione di fondo per cui il nostro bipolarismo è atipico rispetto al resto dell'Europa, perché è un bipolarismo selvaggio, che da parte vostra ha per obiettivo la criminalizzazione e la distruzione dell'avversario.

Voi in effetti volete processare Berlusconi e con lui il centrodestra non solo nelle aule giudiziarie, ma anche nelle piazze, e noi vi diciamo che non ci faremo processare nelle piazze (Applausi dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà, Lega Nord Padania e Iniziativa Responsabile - Commenti dei deputati del gruppo Partito Democratico)! Noi vi diciamo che non abbiamo nei vostri confronti nessun complesso di inferiorità e, quindi, ci batteremo a fondo contro di voi (Dai banchi del gruppo del Partito Democratico si grida: P2, P2, P2!)

! PRESIDENTE. Onorevoli colleghi!

FABRIZIO CICCHITTO. Noi non abbiamo complessi di inferiorità, ci batteremo e lo stiamo dimostrando qua, dove, tra l'altro, appena c'è stato il voto segreto, alcuni voti vostri sono venuti in questo schieramento (Applausi dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà, Lega Nord Padania e Iniziativa Responsabile - Congratulazioni - Dai banchi del gruppo Partito Democratico si grida: P2, P2, P2! - Alcuni deputati del gruppo Partito Democratico mostrano la Costituzione).



Argomenti correlati:
 #camera dei deputati,        #cicchitto,        #parlamento,        #pdl,        #politica,        #processo breve
Tutto il materiale pubblicato è coperto da ©CopyRight vietata riproduzione anche parziale

RSS feed RSS

Vedi tutti gli articoli di
Condividi  
Twitter
stampa

Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione