ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO


Un libro di Matematica ricreativa

Rudi Ludi scritto dai “rudi matematici”: Rodolfo Clerico, Piero Fabbri, Francesca Ortenzio


Di G.G.


Ecco la seconda fatica dei “rudi matematici”. È ormai da 10 anni che questo gruppo di persone pubblica una affermata rivista elettronica di matematica ricreativa. Ora si sono cimentati in un secondo libro cartaceo. Se il primo volume pubblicato è stato una ripresa di temi trattati nella rivista, questo è invece completamente originale.

È sicuramente un libro di divulgazione matematica che tratta la teoria dei giochi, nella versione “economica” e nella versione ricreativa, di Conway e Berlekamp. Il tutto è integrato da interessanti, quanto particolari, biografie di matematici.

L’ambiente in cui il tutto si sviluppa è un weekend “matematico” di tre alias degli autori in Svizzera.

Il risultato è un mix molto gradevole, che scorre. Come è la tradizione di divulgazione matematica le teorie non vengono particolarmente approfondite, né si cercano le dimostrazioni dei teoremi, come dovrebbe essere un libro di matematica di approfondimento, ma nessuno può desiderare ciò in quello che deve essere un piacevole divertimento.

Possiamo finalmente dire che anche in Italia si producono libri sulla scia di Martin Gardner; speriamo che questo sia un buon auspicio anche per superare quella barriera che vede la matematica come qualcosa di ostico e che porti alla diffusione del modo di pensar matematico nella maggior parte della gente, cosa di cui abbiamo urgente bisogno, come ci mostrano le indagini dell’OCSE sulla scuola


Rodolfo Clerico, Piero Fabbri, Francesca Ortenzio
Rudi Ludi
CS_libri 2008, pp. 226, euro 24,50


Argomenti: #economia , #gioco , #libro , #matematica , #recensione , #ricreativo , #saggio , #scienza

Leggi tutti gli articoli di G.G. (n° articoli 61)
il caricamento della pagina potrebbe impiegare tempo
© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
10.512.927

seguici               RSS RSS feed

Condividi  
Twitter                            


Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione