ATTENZIONE  CARICAMENTO LENTO



Tiepolo nero. Opera grafica e matrici incise

Ca’ Rezzonico, Museo del Settecento veneziano, Venezia, dal 22 Luglio al 15 Ottobre 2012


Giandomenico Tiepolo (1727 - 1804) Tre adolescenti in ginocchio visti di schiena – Wurzburg, Zianigo, Algarotti
La mostra, curata da Lionello Puppi e Nicoletta Ossanna Cavadini, con il coordinamento scientifico (Venezia) di Filippo Pedrocco e Camillo Tonini, nasce dalla fattiva collaborazione di tre istituzioni: il m.a.x. museo di Chiasso, dov’è stata inaugurata nel tardo inverno di quest’anno, l’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma, dove si è trasferita nel mese di aprile e la Fondazione Musei Civici di Venezia, dove, dal 22 luglio, apre a Venezia, nelle sale di Ca’ Rezzonico – Museo del Settecento veneziano.

Si tratta di una importante occasione di approfondimento su dei materiali artistici tutto sommato ancora poco noti, eppure di assoluta rilevanza per lo studio della storia dell’arte: le matrici e le incisioni.
In particolare le prime, quelle in rame, tutte di proprietà della Fondazione Civici Musei di Venezia e oggetto di un accurato restauro da parte dell’Istituto Nazionale della Grafica, vengono ora messe tra loro a confronto per permettere di valutare la qualità altissima dei risultati raggiunti da questo straordinario e raffinato autore, uno dei più noti e importanti artisti della storia dell’arte: Giovanni Battista Tiepolo (Venezia, 1696 – Madrid, 1770), grande innovatore anche in questo genere, grazie alla sua appassionata ricerca di preziosi risultati tecnici e di rare abilità espressive.

Giandomenico Tiepolo (1727 - 1804) Tre adolescenti in ginocchio visti di schiena – Wurzburg, Zianigo, Algarotti Matrice in rame di traduzione da opere di Giambattista Tiepolo incisa dal figlio Giandomenico
È proprio sulla straordinarietà delle matrici in rame di G. B. Tiepolo, di cui la mostra presenta una selezione di esemplari, che si rivela la spiccata originalità di questa proposta scientifica, documentando al meglio la “grandissima forza immaginativa” del pittore veneziano.

Una mostra che rappresenta infine un’autentica sorpresa, il cui valore artistico e scientifico è solo da pochi anni che in Italia ha conquistato la giusta attenzione degli studiosi e la curiosità del grande pubblico.

La mostra è visitabile con l’orario e il biglietto del museo di Ca’ Rezzonico


Tiepolo nero.
Opera grafica e matrici incise
Ca’ Rezzonico – Museo del Settecento veneziano, Dorsoduro 3136, 30123 Venezia
Apertura al pubblico: 22 Luglio – 15 Ottobre

Orario: 10/18 (biglietteria 10/17)
Chiuso: martedì, 25 dicembre, 1 gennaio

Ingresso:
Intero euro 8
Ridotto euro 5,50
ragazzi da 6 a 14 anni; studenti* under 25; accompagnatori (max. 2) di gruppi di ragazzi o studenti; cittadini over 65; personale* del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; titolari di Carta Rolling Venice; soci FAI.
Gratuito
residenti e nati nel Comune di Venezia; bambini 0/5 anni; portatori di handicap con accompagnatore; guide autorizzate; interpreti turistici* che accompagnino gruppi; 1 gratuità ogni 15 biglietti previa prenotazione; membri I.C.O.M.; possessori MUVE Friend Card.
* è richiesto un documento

INFORMAZIONI
carezzonico.visitmuve.it
info@fmcvenezia.it
call center 848082000 (dall’Italia)
+3904142730892 (dall’estero)

PRENOTAZIONI
carezzonico.visitmuve.it
call center 848082000 (dall’Italia)
+3904142730892 (dall’estero)


Argomenti: #arte , #mostra , #tiepolo , #venezia
© Riproduzione vietata, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato

Articoli letti
10.298.977

seguici               RSS RSS feed

Condividi  
Twitter                            


Il sito utilizza cockies solo a fini statistici, non per profilazione. Parti terze potrebero usare cockeis di profilazione